aggiornato il 05/03/2013 alle 18:21 da

Domenica 24 marzo torna la passione vivente

foto_per_via_crucis

MONOPOLI – La promozione dei tratti più significativi della storia cristiana nella valorizzazione del patrimonio folckloristico e culturale di Monopoli. Il Gruppo Corteo Storico, l’associazione che dal 1977 riunisce i giovani monopolitani, è nel vivo dell’organizzazione della sua manifestazione più riuscita, la Sacra Rappresentazione della Passione Vivente, liberamente tratta dai testi del Vangelo di Matteo, Giovanni e Luca. Un evento atteso, non solo per la sua longevità -è dal 1982 che le stradine del Borgo Antico ospitano la rievocazione della vita di Gesù Cristo- ma anche per quella funzione di attrattore turistico che esercita con un pubblico di spettatori che giunge anche dai paesi limitrofi. La Via Crucis, Edizione 2013, conterà fino a 120 figuranti impegnati nell’interpretazione artistica delle tappe della Passione e Morte di Cristo: Entrata in Gerusalemme, Ultima cena, Orto dei Getsemani, Processo dei sommi sacerdoti, Processo di Pilato, Flagellazione, Crocifissione e deposizione, Sepoltura. Un’esecuzione che rispetta l’essenza ed il significato profondo dell’evento cristiano, grazie ad un lavoro continuativo di documentazione e ricerca e che fa della cura del dettaglio il segreto per ricreare anche emotivamente l’atmosfera del tempo. Il corredo del Gruppo Corteo Storico, che ha ricevuto un contributo comunale di 6 mila euro, si è dotato di nuovi costumi ed accessori (la corazza muscolare romana, la tunica rossa, il gladio nero, il pugnale, gli elmi imperiali, il puglio romano e le caligae) così da incrementare l’appeal dell’evento che gode del patrocinio del Comune di Monopoli, della Provincia di Bari e della Regione Puglia. Forte del successo dell’iniziativa, il Gruppo Corteo Storico col presidente Federico Ostuni sta perseguendo l’obiettivo di creare un appuntamento estivo della Via Crucis, in forma di rappresentazione teatrale, da tenersi nel fossato della Portavecchia. Alle ore 19.00 di domenica 24 marzo, intanto, presso Piazza Palmieri è previsto il via della rappresentazione che si concluderà in via S. Domenico, nella Chiesa rupestre della Madonna del Soccorso. Novità assoluta è rappresentata dalla stazione del Processo di Pilato che si terrà in Piazza Garibaldi, sulla balconata di Palazzo Indelli.

© Riproduzione riservata 05 Marzo 2013

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento