aggiornato il 08/03/2013 alle 16:19 da

Palmieri, residenti contro i divieti

MONOPOLI – Dopo le fioriere, adesso via anche le auto dal centro storico. Non tutte. «Eccetto aree disabili» prescrivono i cartelli in prossimità delle strisce orizzontali tracciate in giallo. Ovviamente inevitabile è la protesta, l’ennesima, da parte dei residenti. «Se ce ne fossero in zona di disabili» rimbalza Cecilia Perricci, coordinatrice del comitato I love Monopoli, che mette in discussione, sostenuta da un gruppo di dissidenti, la sottrazione di tre posti auto in Largo Palmieri in favore di fantomatici residenti invalidi. Da lunedì, la polizia municipale ha fatto installare i divieti di sosta ambo i lati in alcune zone del borgo antico, compreso sotto il palazzo marchesale ove solitamente su un lato gli abitanti lasciavano le proprie auto.

L’indignazione è collegata anche ai lavori fermi da tempo per ripristinare la facciata esterna di una palazzina sita in via Capozzi il cui ponteggio sporgente ostruisce il passaggio verso uno spiazzo capiente per ospitare le auto e tra l’altro alla base custodisce anche un cumulo di immondizia. E poi c’è il solito problema della pulizia delle strade: dalle chianche sono spuntate delle erbe selvatiche che andrebbero mietute ma c’è da dire che la colpa non è solo dell’indifferenza delle istituzioni, su cui spesso è facile scaricarla, serve anche un po’ di senso civico verso la conservazione dei luoghi. Esempio lampante erano un materasso vecchio e alcuni rifiuti abbandonati su un lato di una traversa sempre di via Capozzi, alle spalle di Palazzo Palmieri, in bella mostra (si fa per dire) agli occhi dei passanti. Insomma, ancora un braccio di ferro tra plebei e dirigenti in cui il consigliere comunale Stefano Lacatena ha voluto ancora un volta centrare facendosi carico della questione sebbene sulle contravvenzioni elevate per le fioriere ancora non conosciamo l’esito dell’azione risarcitoria.

DSC_2842DSC_2859

© Riproduzione riservata 08 Marzo 2013