aggiornato il 11/04/2013 alle 13:29 da

Sequestrati 4 kg di datteri, sub denunciato

IM003421MONOPOLI – Gli uomini del Comando Stazione del Corpo forestale di Monopoli (BA), in servizio d’istituto lungo la fascia costiera monopolitana nell’ambito di un servizio mirato alla prevenzione e repressione della pesca di frodo, hanno eseguito il sequestro di circa 4 Kg di datteri di mare (nome scientifico: Lithophaga litophaga) e dell’attrezzatura da pesca utilizzata dal sub, tra cui un grosso martello a punta di clarino, utilizzato per rompere la scogliera marina ed una pinza a becco, utilizzata per estrarre i datteri da quest’ultima, per le violazioni a Regolamenti CE e al Decreto Legislativo sulla Pesca/detenzione illecita di datteri di mare “Lithophaga lithophaga”.
Per le violazioni di cui sopra, nonché per danneggiamento, deturpamento e distruzione di bellezze naturali, il sub, con precedenti penali pregressi in materia di pesca di frodo, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Bari e rischia una dura condanna penale, oltre alla confisca ed alla distruzione dell’intera attrezzatura da pesca utilizzata.
I Datteri di Mare (Lithophaga litophaga), sono dei mitili bivalvi, a forma di dattero, da cui ne deriva il nome per sembianze e colore. La loro crescita è estremamente lenta, infatti per raggiungere una lunghezza di 5 cm, sono necessari all’incirca 35-40 anni. Detti mitili vivono all’interno della roccia calcarea marina e per poterli estrarre è necessario rompere la scogliera, creando un irreparabile danno ambientale al fondale e all’intero ecosistema  marino, compresa la flora e la fauna ittica presente.

© Riproduzione riservata 11 Aprile 2013