aggiornato il 23/12/2013 alle 11:11 da

Botti pericolosi nell’emporio dei cinesi

MONOPOLI – In due distinte operazioni di servizio, i militari del Comando Provinciale di Bari hanno  sequestrato circa 800 kg di fuochi pirici pericolosi.
 
La prima operazione è stata svolta a Monopoli, ove i Finanzieri della locale Compagnia hanno individuato un locale interrato con all’interno 382 kg di fuochi pirici illegali, detenuti da un cittadino cinese titolare di un emporio in spregio alle più elementari norme di sicurezza.
 
La situazione è apparsa subito particolarmente grave anche in considerazione del fatto che il magazzino, situato in pieno centro abitato, era al di sotto di uno stabile con diverse civili abitazioni ed evidenti rischi per l’incolumità pubblica, tant’è che, dopo le operazioni di sequestro, il materiale è stato consegnato ad un professionista abilitato, affinché lo custodisse in un luogo idoneo.
Nel corso di un altro servizio, svolto in Palo del Colle, i Finanzieri della Tenenza di Bitonto hanno scoperto, all’interno di un casolare agricolo in Contrada Maresca, un  deposito in cui erano custoditi 377 kg. di fuochi d’artificio fabbricati artigianalmente da un 51 enne del luogo che li deteneva senza alcuna autorizzazione. L’ispezione delle Fiamme Gialle è stata estesa anche ad un box, sito all’interno di un autoparco cittadino nella disponibilità dello stesso soggetto, ove venivano trovati ulteriori 80 kg. di polveri piriche e materiale vario per il confezionamento dei fuochi.
In ambedue i casi, oltre al sequestro del materiale, è scattata la denunzia alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bari.

foto fuoch dartificio 2fuochi 1

© Riproduzione riservata 23 Dicembre 2013