aggiornato il 07/01/2011 alle 11:45 da

Cinema, proiezioni straordinarie per Checco Zalone

MONOPOLI – checco-005E’ Checco Zalone mania. Si attendeva con curiosità l’uscita del suo secondo film “Che bella giornata”, dopo il successo del divertentissimo “Cado dalle nubi”. Cinema di tutta Italia presi d’assalto mercoledì per questa proiezione. Stesso discorso anche a Monopoli, nell’unica sala rimasta a disposizione in città: l’Etoile. Già dai giorni precedenti l’uscita del film, campeggiava la locandina con un inconsueto annuncio sopra: i biglietti si possono acquistare anche in prevendita, senza costi aggiuntivi per lo spettatore. Anzi, a sua disposizione c’è una maggiore varietà di orari. Oltre agli spettacoli delle 18.00, delle 20.00 e delle 22.00, si è deciso di aggiungere altre due proiezioni: una alle 16, l’altra alle 23.45. Queste due proiezioni in queste insolite fasce orarie avranno un costo ridotto di 4 euro per tutti: grandi, anziani e bambini e permarranno fino al 9 gennaio. Il film negli altri 3 orari sarà invece mantenuto molto più a lungo, almeno fino al 20 gennaio. L’assenza del Visconti, con i suoi 500 posti, si fa dunque sentire. Alla prima giornata, una lunga fila si è registrata nell’ora di punta, intorno alle 20. Tantissimi coloro che attendevano di entrare e tantissimi gli spettatori usciti dalla proiezione precedente. Tutti soddisfatti di questa “bella giornata” e con il sorriso sulle labbra. Molti monopolitani però, nonostante l’ampia scelta di orari nel cinema nostrano, hanno già deciso di andare a vedere il film altrove, in una sala più grande, dove l’atmosfera e l’effetto globale sono diversi. In pole position i cinema di Bari, il multisala di Casamassima, di Polignano o di Mola. Il film, girato tra Polignano, Alberobello e Milano, è la storia di Checco che si ritrova a lavorare come addetto alla sicurezza del Duomo di Milano. A furia di malintesi, diventa la vera minaccia al patrimonio artistico e presto ci si rende conto di non aver fatto un grande affare ad assumerlo.Ad un certo punto il comico incontra una studentessa d’architettura che si finge francese, e se ne innamora. La ragazza in realtà è araba ed è a Milano per portare a termine una sua personalissima vendetta e intuisce subito che Checco potrebbe essere un perfetto e inconsapevole alleato per i suoi piani. Tutto sembra andare bene, ma la studentessa non ha fatto i conti con l’animo di Checco che cambierà per sempre la sua vita.

© Riproduzione riservata 07 Gennaio 2011