aggiornato il 16/03/2012 alle 16:39 da

San Giuseppe, non solo falò. Mostra di costumi d’epoca e visita alla cripta di San Michele

MONOPOLI – DSC_0083Lunedì 19 marzo ricorre la festività di San Giuseppe. Un giorno particolarmente caro ai monopolitani, che ogni anno omaggiano il Protettore dei Falegnami con una serie di riti tipici della nostra tradizione. Tra tutti l’accensione di falò, nel borgo antico come in periferia, segno del passaggio benaugurante dall’inverno alla prospera primavera. Una tradizione che purtroppo sembra affievolirsi sempre più, anche a causa della mancanza di spazi idonei dove poter dar fuoco alle cataste di legna. Particolarmente ricco, invece, è il programma stilato quest’anno dalla Confraternita di San Giuseppe con il patrocinio del Comune di Monopoli, per rendere omaggio al Santo Patrono per eccellenza. Domani, sabato, alle 18:30 nella chiesa di San Leonardo, sede della Confraternita dalle mantelle gialle, don Mimmo Belvito celebrerà una messa in memoria del compianto presidente del Consiglio Comunale Dino Corallo, particolarmente legato alla Confraternita di San Giuseppe e sempre pronto a recepire le istanze della comunità. Al termine della funzione saranno aperte le porte del Convento di San Leonardo, dove sarà allestita una mostra di costumi d’epoca a cura delle associazione Historia di Monopoli, Bachi da Cultura di Bari e Le Antiche Ville di Mola. L’esposizione, dal titolo “Moda e Accessori: Scintille di un tempo passato” sarà inaugurata oggi alle 19:30 e sarà visitabile sino a lunedì dalle 10 alle 12 e dalle 19 alle 22. Tra gli ambienti del convento, anche una rassegna di foto storiche a cura del Gruppo Corteo Storico, che domani si esibirà nel chiostro. Chicca della tre giorni sarà, inoltre, la Cripta di San Michele Arcangelo, che sarà eccezionalmente aperta dalle 19 alle 20:30. La festa culminerà lunedì con la messa delle 10 celebrata dal Vescovo ed animata dalla Schola Cantorum “Maria S.S. della Madia”.

Alle 18 la messa vespertina, seguita dalla processione con l’effige del Santo per le vie del centro storico, accompagnata dalla Banda di Castellana. E per finire, festa del papà nel chiostro del convento, con l’estrazione dei biglietti vincenti.

© Riproduzione riservata 16 Marzo 2012