aggiornato il 04/07/2012 alle 9:34 da

I Duran Duran al matrimonio vip, la leggenda degli anni ottanta all’abbazia di Santo Stefano [FUOCHI D’ARTIFICIO E CONCERTO, I VIDEO]

MONOPOLI – La magia del mare di sera, la luna che si specchia nell’insenatura, il fascino dell’abbazia di Santo Stefano e la musica dei Duran Duran. Si, proprio loro, la leggendaria band icona degli anni Ottanta e simbolo di intere generazioni. Non una cover, sabato sera Simon Le Bon e compagni sono stati gli ospiti d’eccezione del ricevimento nuziale di un banchiere italo-canadese e di una modella bosniaca. Una festa dai contorni fiabeschi costata circa un milione di euro e culminata con un incantevole spettacolo pirotecnico. Centoventi gli invitati, imponente il servizio d’ordine che ha arginato l’arrivo dei fan del celebre gruppo musicale britannico. Un centinaio quelli che sono riusciti a raggiungere la sponda opposta dell’insenatura e che hanno potuto assistere al concerto dal vivo. I Duran Duran, nonostante le prevedibili smentite delle vigilia, sono arrivati mezzora dopo la mezzanotte. Un’ovazione ha accolto Simon Le Bon, la voce del gruppo, Nick Rhodes, John e Roger Taylor. Sul palco, allestito su una piattaforma distesa sulla scogliera, le luci hanno cominciato a colorarsi di rosso e di blu e per un attimo è stato come tornare indietro di trent’anni. Anche i naviganti non sono rimasti indifferenti. Nella splendida insenatura sono arrivati alcuni piccoli natanti, scafi e imbarcazioni da diporto. Tutti per godersi lo spettacolo musicale dal vivo, a costo zero. Chi lo avrebbe mai detto, i Duran Duran a Monopoli. Oltre 85 milioni di dischi venduti, 29 album prodotti, 18 dischi di platino vinti e 2 Grammy Awads, la leggenda della musica anni 80 che sta rivendo una seconda giovinezza. Simon Le Bon, vestito con giacca e camicia, ci ha messo poco ad infiammare una serata già  meteorologicamente calda. Un’ora di concerto durante la quale la band ha ripercorso le tappe principali della sua storia attraverso i singoli che hanno segnato il tempo: “Ordinary World”, “Save e Prayer”, “A View to a Kill” e soprattutto “The Will Boys” per citarne alcuni. All’una e mezza di notte i Duran Duran hanno salutato la ristretta platea e sono andati via mentre uno straordinario spettacolo pirotecnico, culminato con eplosione di fuochi tricolore in onore del paese d’origine dello sposo (l’Italia), sovrastava ed illuminava l’abbazia e lo specchio d’acqua circostante. Un matrimonio da favola (costato un milione di euro, 500 mila solo per i Duran Duran) che consacra una nuova tendenza. Sempre più vip e milionari, infatti, scelgono la nostra terra per celebrare le proprie nozze. Spodestata la Costiera Amalfitana, sceicchi, personaggi dello spettacolo e della finanza scelgono Monopoli e Fasano, terra di ulivi, masserie e resort, per ospitare amici e parenti in ricevimenti  semplicemente impensabili per noi comuni mortali. Come quello dello sceicco di Dubai che per quattro giorni ha festeggiato le sue nozze in compagnia di seicento invitati presso le Masserie San Domenico, Cimino e Borgo Egnazia. Una festa costata svariati milioni di euro durante la quale agli ospiti non è stato fatto mancare proprio nulla. Senza dimenticare le nozze nella Cattedrale di Monopoli del calciatore del Genoa, Giandomenico Mesto e della soubrette Sara Facciolini.

Duran_Duran_1Duran_Duran_2Duran_Duran_3Duran_Duran_4Duran_Duran_5 

© Riproduzione riservata 04 Luglio 2012