aggiornato il 06/03/2012 alle 16:54 da

Leggiero: da Palmisano solo sceneggiata

PUTIGNANO – DSC_1034All’indomani del consiglio comunale, Franco Leggiero è l’unico ad ammettere di aver votato diversamente, è l’unico a dire di non aver scritto il nome di Palmisano sul foglietto, ma il suo. E dice che se ci sarà il documento di maggioranza per esprimere la solidarietà al consigliere Pdl e invitarlo a riproporsi per la presidenza, lui per coerenza non lo firmerà. “Caliamo un velo pietoso su quanto è successo in aula – dice Leggiero ormai nell’Udc – non c’è un termine giusto per giustificare quello che è accaduto, ma non capisco perché si chiedano le dimissioni di Romani. A mente lucida, è evidente come ci sia stata una competizione tra due candidati con un risultato di 17 voti per Palmisano e di 3 per me. In tutto sono i 20 voti della maggioranza rimasti all’interno della maggioranza: nessuno di noi ha votato Ciaccia. E’ vero- continua – c’è una spaccatura, ma non l’abbiamo scoperta in aula, se ne parla ormai da anni…Per quanto mi riguarda ho scritto il mio nome sulla scheda, e con questo continuo a dare la mia fiducia al sindaco Romani. Ieri (lunedì ndr) – ammette- abbiamo fatto ridere la città, ma questa scena si poteva evitare. Palmisano avrebbe potuto mandare avanti il consiglio, dando risposte ai cittadini e poi, il giorno dopo, discutere di quanto successo ed eventualmente decidere di dimettersi. Non ha agito così. Evidentemente era preventivata anche questa sceneggiata”.

© Riproduzione riservata 06 Marzo 2012