aggiornato il 15/05/2014 alle 9:38 da

Calcio, Monopoli fuori a testa alta dai play-off. Cocco: ‘Usciamo a testa alta’

play-off monopoliMONOPOLI – Esce a testa alta dai play-off il Monopoli. Un’uscita di scena resa indolore dalla bella prestazione fornita dalla squadra in questi spareggi promozione: nessuna sconfitta e tanto bel gioco. Ne è convinto anche Elio Cocco, che in questo mese ha traghettato la squadra fino alla gara 2 contro il Taranto.
Brucia un po’questa eliminazione dopo bella prestazione della squadra in casa del Taranto…
Brucia perchè, sinceramente, meritavamo forse il passaggio alla fase successiva. Da un certo punto di vista fa male, però c’è il lato positivo: una squadra che non ha mollato mai, che fino all’ultimo secondo, e abbiamo pareggiato alla fine della partita, voleva questo risultato. Anche nei supplementari ha dato tutto. Siamo usciti nel momento migliore della competizione ma a testa altissima.
Ne è la prova anche la cinquina rifilata alla Turris domenica.
E’stata una serie di prestazioni in crescendo, oserei dire, dalla prima contro il Marcianise alle altre, fino anche a quella col Taranto. Una grossa prestazione della squadra per certi versi, giocavamo in un campo difficile, sapevamo delle difficoltà e ci sono stati piccoli condizionamenti. Alla fine diciamo che la soddisfazione è di aver messo in difficoltà il Taranto e aver ricevuto i complimenti, e i fischi ogni volta che prendevamo palla erano più che altro di paura.
In poco tempo sei riuscito a cambiare mentalità alla squadra. C’è invece qualcosa che ti rimproveri pur considerando il gruppo a tua disposizione?
Gli elementi erano e sono quelli, cioè atleti bravi e professionisti. Non posso lamentarmi del gruppo. In tutta sincerità abbiamo fatto il massimo possibile con tutti l’impegno che potevamo profondere in questa avventura. Chiaramente il tempo è stato anche un un po’ tiranno perchè abbiamo avuto un mese per lavorare. In questo breve lasso di tempo abbiamo cercato di fare piccoli cambiamenti, qualcosa abbiamo voluto immettere in questa squadra. Niente di eccezionale, piccole cose che forse, non essendoci la controprova, hanno fatto qualcosa di positivo. Credo che il pubblico si sia riavvicinato alla squadra, la società è stata contenta per quelle che sono state le prestazioni della squadra, credo anche la critica è stata con noi. Questo mi inorgoglisce, ovvero aver cementato le componenti essenziali per andare avanti: società, pubblico, stampa, giocatori.
E tra i tifosi c’è chi ciede la tua riconferma.
Io li ringrazio, è un bell’attestato di stima che sinceramente da monopolitano mi inorgoglisce. E’prematuro parlarne anche perchè sono passate poche ore dalla fine della partita. E’stata una bella esperienza, poi vedremo…C’è tempo.

© Riproduzione riservata 15 Maggio 2014