aggiornato il 13/09/2012 alle 11:35 da

Montaldi: dedico i miei gol a mamma e papà

Montaldi“Dedico i gol al mio papà, che da poco mi è venuto a mancare, ed uno anche per mia madre”. Non poteva che iniziare così l’intervista ad Anibal Montaldi, un ragazzo dal valore tecnico ed umano inestimabile e che in maglia bianco verde sta vivendo i momenti più belli della sua carriera ma anche più difficili per la sua vita.

Anibal nonostante il salto di categoria la tua superiorità rispetto agli avversari si nota ancor di più. Frutto di una migliore condizione fisica e forza mentale?

“Io penso semplicemente che come lo scorso anno do tutto in campo e non vedo grande differenza anche perché gioco nello stesso ruolo. Se si nota che sto meglio anche fisicamente è grazie al lavoro che il Prof ci fa fare, mentre proprio per il salto di categoria devo dare una spinta in più. Son contento se da fuori si nota tutto questo”.

Quanto ti piace questo trio offensivo con De Tommaso e Pereyra?

“Assai. Siamo quasi tutti con le stesse caratteristiche, preferendo il gioco sempre in movimento li davanti, come ci chiede il mister. Loro sono due grandi calciatori con i piedi buoni, basti pensare ai gol che hanno fatto ed alle punizioni di De Tommaso. Possono fare gol da qualsiasi posto”.

Come lo scorso anno il primo gol stagionale in campionato lo hai fatto in trasferta. Ora urge gonfiare la rete del Veneziani?

“Si magari anche su un rimpallo in maniera fortunosa, ma domenica voglio segnare a tutti i costi per ringraziare tutta la tifoseria dello striscione che mi hanno dedicato e per il sostegno che mi danno ogni giorno. Non so perché ma non sono riuscito a farlo nella prima giornata, ma domenica contro il Campania voglio segnare e correre sotto la curva”.

 Dove può arrivare questo Monopoli secondo te?

“Sicuramente a me non piace parlare di salvezza. Con la squadra che abbiamo possiamo arrivare in alto e io son abituato a lottare fino alla fine per riuscirci. Certo, non è che abbiamo vinto due partite e dobbiamo vincere il campionato, però noi abbiamo una bella squadra e domenica per domenica dobbiamo sempre giocare per vincere”.

© Riproduzione riservata 13 Settembre 2012