aggiornato il 06/12/2012 alle 10:27 da

AP Monopoli, Marco Verile nuovo coach

Marco_VerileMONOPOLI – Nuovo corso tecnico in casa AP Monopoli dopo le dimissioni rassegnate in settimana da Massimiliano Cazzorla per motivi personali. La società coglie l’occasione per ringraziare Cazzorla per la professionalità, la serietà e l’impegno profuso. Al suo posto subentra il foggianoMarco Verile, classe 1968. Importante il suo curriculum di giocatore: nella sua carriera ha militato in B e C, con tappe a Caserta, Bari e San Severo, concludendo gli ultimi otto anni di carriera a Corato. Da allenatore ha iniziato come assistente di Meneguzzo a Corato (B Dil.) mentre nel 2010 e nel 2011 come capo allenatore della medesima squadra, raggiungendo tra l’altro i play-off. Per vent’anni ha lavorato nel settore minibasket a Foggia, città nella quale è cresciuto cestisticamente, oltre ad occuparsi di settore giovanile nelle squadre in cui ha militato.
Cosa l’ha spinta ad accettare questa chiamata dall’AP Monopoli?
Sicuramente le ambizioni di una società seria con un progetto ben preciso. Immergermi in un campionato che si è alzato di livello, con giocatori importanti che sono scesi di categoria. Sicuramente il desiderio di entrare nuovamente in gioco e acquisire una sfida che sinceramente è abbastanza impegnativa. Ci son ragazzi che sicuramente devono uscirne con coraggio e determinazione.
Che gruppo ha trovato?
Disponibilissimo, predisposto al sacrificio, all’intensità, alla voglia di fare e al desiderio di poter giocare la loro pallacanestro perchè sono consci delle proprie capacità.
Quali obiettivi si pone in questa sua nuova avventura?
Non ci poniamo obiettivi, viviamo alla giornata, allenamento dopo allenamento e partita dopo partita. Dobbiamo vincere sicuramente quante più partite possibili. Noi ci metteremo il massimo. Dovranno batterci: non vogliamo subire l’avversario, dobbiamo attaccare noi.
Prima della pausa natalizia, tre sfide difficili come Benevento e Taranto oltre quella di domenica contro Vasto. Che gara prevede?
Noi dobbiamo dominare la partita e fare la nostra pallacanestro. Vasto è una squadra da rispettare, ha giocatori importanti nel roster. Noi dobbiamo preoccuparci prima di noi stessi, giocare il nostro basket aggressivo, fatto di velocità concentrazione e disponibilità. I ragazzi hanno tutto per mettere in campo questo.

© Riproduzione riservata 06 Dicembre 2012

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento