aggiornato il 16/11/2014 alle 9:03 da

Il territorio in una fotografia

10754879 10204156354728026 1975433803 nNOCI – La terza edizione del concorso fotografico “Zoom sulla Terra delle Noci”, organizzato dall’associazione “Terre delle Noci”, scalda i motori. In questi giorni, infatti, gli organizzatori stanno ricevendo e selezionando il materiale fotografico proveniente da scuole e privati, in attesa della premiazione finale che si terrà il 6 gennaio 2015.
Due sono, infatti, le categorie ammesse anche quest’anno a partecipare: quella riservata ai fotoamatori e quella per gli studenti. La seconda è quella che senza dubbio presenta la novità importante. “Quest’anno – ci spiega Franco Tinelli, presidente dell’associazione – grazie alla collaborazione dei dirigenti scolastici, il concorso è stato preceduto da un percorso in cui gli studenti hanno potuto toccare con mano il territorio. Sono state effettuate delle visite guidate in cui è stato illustrato ai ragazzi la storia del nostro territorio, mentre la presenza del fotografo Dimitri ha permesso loro un primo approccio con la fotografia. L’iniziativa è stata resa possibile anche grazie al supporto dell’amministrazione comunale che ha messo a disposizione i pulmini per il trasporto delle scolaresche”.
Alla fine, il materiale fotografico raccolto darà vita a un vero e proprio album in cui sarà possibile leggere la storia di Noci e la sua evoluzione: “Partiamo dall’idea che la fotografia è un documento – commenta Tinelli – da cui possono scaturire una serie di elementi. La fotografia è capace di descrivere come è un luogo in un preciso momento, ma anche di dare vita a poesie, articoli e tanto altro. Insomma, una raccolta di fotografie può diventare un patrimonio”.
Le iscrizioni al concorso resteranno aperte ancora per qualche settimana. Scade infatti il 30 novembre il termine per l’invio della documentazione nella sezione scuole, mentre  due settimane dopo è prevista la chiusura della sezione riservata ai fotoamatori. Il materiale fotografico, selezionato da una giuria di esperti che verrà nominata a breve, confluirà in un’unica mostra che si terrà nei giorni 5, 6 e 7 gennaio nel chiostro di San Domenico. Il giorno dell’Epifania coinciderà con la premiazione: “Il questo modo – ha concluso il presidente Franco Tinelli – avremo modo di dedicarci una giornata intera all’accoglienza delle scolaresche, anche dopo l’individuazione dei vincitori del concorso”.

© Riproduzione riservata 16 Novembre 2014