aggiornato il 21/09/2010 alle 7:08 da

L’Asl non paga, operai mense a secco

NOCI – L’Asl non paga le fatture degli appalti e la nocese RRPuglia è nei guai con gli stipendi dei dipendenti. Nei giorni scorsi si è tenuto un incontro nella sede della Cisl di Noci e i sindacalisti hanno discusso la questione con un gruppo di dipendenti della ditta nocese. Era presente Giuseppe Boccuzzi (a destra in foto) segretario della Fisascat Cisl, che è la federazione della Cisl che segue il settore del terziario e del turismo (nello specifico per pubblici esercizi e ristorazione collettiva). Ed è proprio nel settore della ristorazione collettiva che opera la ditta nocese, titolare di appalti per il servizio mensa.

Segretario Boccuzzi, è qui a Noci per seguire le problematiche di un’azienda. “Sì, della RRPuglia che è titolare di un appalto pubblico dell’Asl Bari, ex Asl Bari 5. C’è stata un’assemblea dei lavoratori su problematiche che non sono soltanto di questo mese, anzi si tratta di un problema che nell’ultimo anno si è acuito, e che non sta trovando soluzione. Parliamo di ritardi, devastanti per chi li subisce, nel pagamento di fatture da parte della committente pubblica, l’Asl e quindi la Regione, nei confronti degli appaltatori, in questo caso la ditta nocese. Ogni mese la RRPuglia comunica qual è suo credito nei confronti della Regione e nell’ultima comunicazione si parla di 800 mila euro di fatture inevase, una situazione che si protrae da oltre un semestre”. (Maggiori dettagli sul settimanale in edicola sabato)

© Riproduzione riservata 21 Settembre 2010