aggiornato il 08/11/2010 alle 16:32 da

Sociale, nuova sfida per gli allevatori

NOCI – gal-nociLe aziende zootecniche stiano all’erta perché presto la Regione pubblicherà nuovi bandi che le riguardano. Per loro si apre una nuova sfida: dare un contributo alla socialità aiutando gli anziani, i portatori di handicap, le persone che vivono un disagio sociale. Potranno attivare strutture a servizio del Sociale per ospitare e aiutare. Se n’è discusso a Noci nel convegno promosso dal Gal “Terra dei Trulli”. Le opportunità Gal (gruppi di azione locale), che in Puglia sono 25, si riflettono in settori come agriturismo, masserie sociali didattiche, la produzione di energie rinnovabili, i servizi alla popolazione dei territori rurali, i percorsi naturalistici. I Gal sono titolati alla programmazione dal basso del programma d’iniziativa comunitaria Leader. Uno degli ambiti di azione del Leader è il Sociale attraverso tre misure: “La misura 311‘Diversificazione in attività non agricole’, in cui la cosiddetta masseria sociale e la famiglia allevatoriale potranno dare un contributo di socialità. La misura 312 ‘Sostegno allo sviluppo e alla creazione delle imprese’, in cui si consente ai giovani di offrire servizi sociali. La misura 321 ‘Servizi essenziali per l’economia e la popolazione rurale’, che si rivolge alle amministrazioni comunali che potranno mettere a disposizione delle strutture per giovani e diversabili e consentire a cooperative di gestirle” – come ha spiegato il direttore Gal Matteo Antonicelli “Mondo agricolo e inclusione sociale. I Gal come luogo dove sperimentare percorsi di formazione e integrazione che il mondo agricolo merita. Un territorio legato alla sua cultura ma che si ripensa. Un territorio che non ha ancora contaminato il sistema d’impresa, il Gal è uno straordinario strumento per invertire questa tendenza” – ha detto l’assessore regionale ai Servizi Sociali Elena Gentile. – Nella foto da sinistra: il sindaco di Noci Piero Liuzzi, Franco Matrogiacomo (funzionario Regione), Antonio Lia (Assogal), Stefano Genco (presidente Gal), Elena Gentile (assessore regionale Servizi Sociali), Anna Maria Candela (funzionario Regione)-. (Maggiori dettagli sull’argomento nel settimanale in edicola sabato).

© Riproduzione riservata 08 Novembre 2010

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento