aggiornato il 01/07/2013 alle 14:23 da

Covoni e tradizioni, fervono i preparativi

franco tinelli presidente terre delle nociNOCI – Tanti sono i volti del nostro territorio e tante sono le memorie affidategli dal passato.
Boschi, masserie storiche ed antichi attrezzi agricoli ci dicono del paziente lavoro degli avi e della civiltà contadina, oltre che di un’eredità che tra nostalgia e realismo a stento rivive nelle nuove generazioni. A dar voce all’imperituro valore di tale patrimonio culturale che reclama interesse collettivo ed attenzioni istituzionali è l’Associazione turistico culturale “Terre delle Noci”.
Nota per il vivo interesse nutrito per le peculiarità storico- architettoniche oltre che naturalistiche del territorio di Noci, l’Associazione propone la terza edizione di “Covoni e tradizioni”. La location scelta per la manifestazione che avrà luogo da venerdì 12 a domenica 14 luglio è Masseria Marzolla, sita al Km 2,5 della Strada Provinciale Noci – Mottola. Tema unificante delle tre serate sarà la rievocazione storica della trebbiatura. A partire dalla serata inaugurale, che vedrà l’intervento di diverse autorità locali i visitatori, oltre ad assistere alle fasi che attraverso la trebbiatura, passando per la pesatura e la macina portano alla panificazione, potranno visitare gli spazi interni della dimora appartenuta al sacerdote e storico locale Andrea Gabrieli. Tipico esempio di architettura napoletana, la storica dimora settecentesca accoglierà nei suoi saloni fotografie e tavole del territorio. Uno degli spazi della Masseria sarà dedicato ad antichi attrezzi agricoli.  
Ad arricchire la dedica gastronomica della serata che vedrà la degustazione di friselle e “cialledde”, non mancheranno carni e prodotti tipici del territorio murgiano. Le note folk di gruppi musicali locali renderanno ancor più calda l’atmosfera dell’atteso appuntamento estivo, felice connubio di storia, arte e gastronomia.

© Riproduzione riservata 01 Luglio 2013