aggiornato il 08/10/2013 alle 13:50 da

Isabella Roberto premiata a Modica

produttrice isabella roberto“È senza dubbio una grande soddisfazione. Un segnale che il nostro cortometraggio sta riscontrando pareri positivi anche in Italia. Il tutto è stato reso ancor più bello ed emozionante dal fatto di aver ricevuto il premio nella città natale del regista, Giulio Poidomani”.  
Queste le parole di Isabella Roberto, giovane produttrice nocese all’indomani dell’ottenimento del premio per la miglior regia” con il corto “Pots&Lids” all’ottava  edizione  del Caffè Corto Moak di Modica. Non solo. Solo pochi giorni dopo aver ritirato il prestigioso premio siciliano, è arrivata la notizia dell’inserimento di “Pots&Lids” fra i 400 finalisti del concorso Palestrina FilmFest 2013.
Un duplice successo, dunque, per la giovanissima produttrice nocese che su questo corto, dal sapore prettamente americano, aveva scommesso. Come lei stessa ci spiega, infatti, “Pots&Lids” è stato girato interamente negli Stati Uniti, dove vive da ormai tre anni.  
Avvalendosi di un cast dal sapore internazionale (da Eric Gorlow a Romina Caruana, da Marian Zapico a Ron Gilbert), il cortometraggio narra la storia di Nick, personaggio alquanto bizzarro che si mette sulle tracce del suo cagnolino smarrito sullo sfondo di una surreale Los Angeles, in cui gli uomini passeggiano con in mano un coperchio e le donne reggono una pentola. Durante la sua ricerca Nick troverà l’amore.
“Dopo l’esperienza forte del primo corto, Disruption – è il commento del regista Giulio Poidomani – ho sentito il bisogno di raccontare una storia spensierata da questa esigenza è nato Pots&Lids: una storia che pur raccontando di bordeliners, disadattati ha un respiro romantico e  
divertente. Pots&Lids racconta la Los Angeles dei “diversi” e lo fa in maniera surreale attraverso l’utilizzo di metafore come quella della pentola e del coperchio o del cane Catullo cercando, in questo modo di dare una voce anche a loro in maniera leggera e divertente”.
Forte del duplice successo e con rinnovato entusiasmo, Isabella è intanto ritornata al lavoro. Martedì scorso è tornta nuovamente in America per iniziare a lavorare al suo prossimo cortometraggio. Il terzo. Tra gli obiettivi da raggiungere nei prossimi mesi c’è quello di intercettare possibili finanziamenti che possano dare ossigeno al nuovo progetto cinematografico che, a differenza di quelli precedenti, vedrà come protagonista il paesaggio siciliano e la sua gente.

© Riproduzione riservata 08 Ottobre 2013