aggiornato il 23/10/2013 alle 14:25 da

La stazione diventa punto turistico

stazione esternoNOCI – Una seconda opportunità di vita per la stazione ferroviaria di Noci.  
Grazie al progetto “Mente Locale”, infatti,  i locali al primo piano della palazzina e gli spazi esterni potranno ospiteranno, per i prossimi sei anni, una ciclostazione. Ovvero un punto dove, i cicloturisti potranno trovare oltre alle informazioni su Noci e le città limitrofe, anche assistenza per eventuali problemi meccanici.  
Un’idea che oggi diventa possibile  grazie all’opportunità, offerta dai nuovi convogli delle Ferrovie del Sud Est, di viaggiare con bicicletta al seguito. Il progetto è di Ciclofficina, l’associazione nocese presieduta da Valentina Novembre.
Il bando, pubblicato a gennaio scorso, aveva già individuato 11 stazioni ferroviarie afferenti a Ferrovie del Sud Est e Ferrovie Appulo-Lucane pronte ad essere trasformate in ciclostazioni, non presentando particolari problematiche dal punto di vista strutturale.  
Obiettivo principale quello di trasformarli in spazi vivi, in fucine di sperimentazione.
L’idea è dell’associazione Ciclofficina che, nelle prossime settimane, si attiverà per trasformare tutto questo in realtà.
Grande la soddisfazione del presidente dell’associazione. “A dare supporto a questo progetto – ha dichiarato a Fax Valentina Novembre – c’è anche la nascita di un progetto di bike sharing, La Bici, ideato da alcuni ragazzi nocesi nell’ambito del bando Bollenti Spiriti”.
La stazione, quindi, come punto di assistenza turistica, ma anche come laboratorio di idee e di buone pratiche per la mobilità sostenibile.
Per ogni progetto, il bando prevede l’erogazione di un contributo pari a 10mila euro, per sostenere le spese di start up e delle azioni di promozione, informazione e pubblicizzazione dell’iniziativa e per tutte quelle spese necessarie all’avvio delle attività progettuali. Il resto delle attività, invece, dovranno essere autosostenute.

© Riproduzione riservata 23 Ottobre 2013