aggiornato il 14/11/2013 alle 16:36 da

Airc, i liceali avviano una raccolta fondi

studenti per aircNOCI – Ammonta a 1.158,25 euro il ricavato della raccolta fondi ideata e portata avanti, con dedizione e tenacia, da un gruppo di studenti del liceo “Da Vinci” a sostegno dell’Airc. Promotore dell’iniziativa è Roberto Lippolis, 17enne studente della IV B, approfittando della presenza dei responsabili Airc a scuola, in occasione della settimana dedicata alla ricerca, ha presentato la sua proposta di realizzare una raccolta fondi contestualmente a “Bacco nelle gnostre”. Proposta, questa, subito accolta dai responsabili dell’associazione italiana di ricerca sul cancro che hanno immediatamente dato la loro disponibiltà.
Roberto, dal canto suo, si impegnato a ottenere tutti i permessi per poter portare avanti la sua idea. E, nonostante gli impegni scolastici, è riuscito anche a ottenere  in pochissimo tempo sia le autorizzazioni, sia la concessione temporanea di una sede, ovvero quella dell’ex Municipio, dove poter allestire il banchetto benefico.
Al suo fianco,  l’amico e compagno di classe Vanni Pirulli, 16 anni.
Sabato tutto era pronto, ed i due ragazzi, in compagnia di altri amici hanno avviato la raccolta, sensibilizzando i passanti, chiedendo l’aiuto dei cittadini e dei tanti turisti richiamati  dalla sagra. Due giorni intensi, che hanno portato a raccogliere la somma di 1.158,25 euro.
E ora che la raccolta fondi è terminata, i ragazzi guardano già al futuro. Tutt’altro che stanchi, sono già pronti a rimettersi in gioco:
“Dopo questa prima esperienza – ha commentato all’indomani della sagra Roberto – io e il mio compagno Giambattista Pirulli abbiamo deciso di comune accordo di investire il nostro tempo anche nella raccolta fondi. Perché è molto formativo e fa crescere davvero tanto. Incominci a dare un senso a ciò che fai e capisci che a volte l’indifferenza della gente è dovuta ad una a mancanza di informazione che solo noi giovani possiamo cercare di rimediare”.

© Riproduzione riservata 14 Novembre 2013