aggiornato il 22/07/2015 alle 9:52 da

Arrestato Vincenzo Locorotondo, era ricercato da venti giorni

vincenzo locorotondo 2NOCI – Il 34enne nocese Vincenzo Locorotondo, pericoloso ricercato legato al clan Strisciuglio, di Bari, è stato arrestato dai carabinieri lunedì pomeriggio al porto di Pozzallo, appena sbarcato dal catamarano proveniente da Malta. Su di lui pesa un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Bari lo scorso fine giugno, scaturita al termine di un’intensa attività d’indagine che, nei primi giorni di luglio, ha consentito di arrestare altri 40 soggetti responsabili a vario titolo di associazione di tipo mafioso con l’aggravante dell’uso delle armi, tentato omicidio aggravato, rapina, estorsione pluriaggravata, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, porto abusivo di armi e munizioni aggravato dall’aver agito con le modalità mafiose. Locorotondo, ricercato da circa venti giorni perché su di lui pendeva un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per detenzione illegale di armi, munizioni ed esplosivi da guerra aggravata dall’utilizzo del metodo mafioso, nel settembre 2011, avrebbe portato e ceduto illegalmente armi e munizionamento da guerra, adoperando metodi mafiosi e al fine di agevolare l’attività del clan Strisciuglio, uno dei raggruppamenti criminali più attivi sul territorio barese.

© Riproduzione riservata 22 Luglio 2015