aggiornato il 04/11/2011 alle 14:08 da

Premio Noci per la storia locale, si può partecipare fino al 16 dicembre

NOCI – logo_premio_noci_per_la_storia_localeRiceviamo e pubblichiamo.

Scade il prossimo 16 dicembre il termine per partecipare alla 11esima edizione del “Premio Noci per la storia locale”, indetto dal Comune di Noci-Biblioteca comunale “Mons. Amatulli”, in concomitanza con le celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia, allo scopo di continuare ad incentivare gli studi storici locali.

Il concorso è articolato in tre sezioni: la prima è riservata a opere e a tesi sulla storia di Noci; la seconda è riservata a saggi sulla storia dell’area intorno a Noci comprendente i comuni di Acquaviva delle Fonti, Alberobello, Casamassima, Castellana Grotte, Castellaneta, Cisternino, Conversano, Crispiano, Fasano, Gioia del Colle, Locorotondo, Martina Franca, Massafra, Monopoli, Mottola, Palagianello, Palagiano, Polignano a Mare, Putignano, Rutigliano, Sammichele di Bari e Turi; la terza sezione, intitolata al dr. Antonio D’Elia, è riservata ad articoli o brevi saggi sulla storia di Noci redatti da giovani che non abbiano compiuto i venti anni alla data del 31/12/2009.

Le  sezioni  sono dotate rispettivamente dei premi lordi di € 2.200,00 la prima, € 1.000,00 la seconda ed  € 350,00  la terza.

Al Premio possono essere presentati lavori inediti oppure pubblicati nel biennio 2010-2011 e tesi discusse nello stesso periodo.

La commissione esaminatrice sarà composta dal Sindaco di Noci (o suo delegato), dal presidente della Società di storia patria per la Puglia (o suo delegato), da tre esperti di discipline storico-umanistiche e dal direttore della Biblioteca comunale.

Le opere concorrenti, corredate da una scheda sottoscritta e contenente le generalità dell’autore o degli autori, dovranno pervenire, in sette copie, alla segreteria del Premio Noci per la storia locale, presso la Biblioteca comunale “Mons. Amatulli”, Via Cappuccini, n. 4 – 70015 Noci (Ba), entro il 16/12/2011.

Per informazioni: tel. 0804977304, e-mail biblionoci@libero.it, www.bibliotecanoci.it .

Il fervore culturale e sociale che sta caratterizzando le celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità nazionale certamente costituisce ulteriore motivazione per dedicarsi agli studi storici locali.

La storia locale, affrontata con metodo e rigore, rifuggendo i campanilismi e i particolarismi, è indispensabile alla conoscenza e alla comprensione di situazioni, problemi e vicende di rilevanza nazionale.

© Riproduzione riservata 04 Novembre 2011