aggiornato il 10/07/2013 alle 7:41 da

Covoni e tradizioni, si parte venerdì con i Terraross

I componenti del gruppo  Terraross  il 2 maggioNOCI – L’Associazione “Terre delle Noci”, organizza, con il patrocinio dell’Assessorato Regionale Agro-alimentare, della Provincia di Bari, del Comune di Noci, del Comune di Alberobello, del Comune di Castellana G.,del Gal dei trulli e di Barsento, nonché delle organizzazioni sindacali di categoria CIA, Col diretti,  Copagri e Confagricoltura  la “ 3a Rievocazione storica della trebbiatura “ con mezzi, usi e costumi d’epoca. La festa prevede tre giorni di animazione, spettacoli e giochi, con la possibilità di gustare negli stand gastronomici il menù tipico del periodo della trebbiatura, frisedd e cialledd e pecora in pignata: verranno riproposte pietanze ormai quasi scomparse dalla tavola per riscoprire i sapori di un tempo. Tutto utilizzando rigorosamente i prodotti tipici del territorio, anche biologici, provenienti dalle vicine aziende agricole.  La manifestazione prevede anche una mostra fotografica del mondo rurale passato al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica alla riscoperta degli antichi valori e tradizioni Di notevole interesse anche la mostra di macchine utilizzate in agricoltura  e di trattori e attrezzature impiegate in passato, con uno spazio anche per i macchinari moderni, in modo da poter comprendere l’evoluzione che ha cambiato la vita delle famiglie contadine. Momento clou della festa la rievocazione storica della pesatura e della trebbiatura, con abiti tipici, utensili e macchine d’epoca.  Animali, animazioni, vecchi giochi contadini, spettacoli teatrali e musica dal vivo con orchestre folkloristiche faranno da cornice a questa festa, che s’ annuncia un modo divertente di riscoprire il mondo rurale, i suoi tempi e i suoi protagonisti. Da cornice, per la serata inaugurale, la partecipazione dei ” TERRARO’SS ” suonatori e menestrelli della bassa Murgia, che mira a riscoprire e valorizzare quella che era la cultura di un tempo ormai perduta.

Il programma in dettaglio.

Venerdi 12 luglio 2013, ore 18,00, saluto inaugurale alla presenza delle istituzioni pubbliche, con relazione sul tema “ la civiltà contadina si racconta “; un incontro-dibattito con relativi commenti, poesie e racconti di aneddoti vari legati all’uso delle macchine e sulla civiltà contadina. In particolare sulla trebbiatura del grano, che oltre a rappresentare una molteplicità di aspetti legati alla tradizione, costituiva uno dei momenti più importanti dell’annata agraria, quello con il quale si concludeva un intero processo produttivo. Parteciperanno l’Assessore Regionale Agroalimentare dott.  
Fabrizio Nardoni, il Presidente Regionale della CIA  dott. Antonio Barile, il Sindaco di Noci dott. Domenico Nisi e la Sen. Angela D’Onghia.
Ore 20,00 presentazione della “ pesatura “  con muli e cavalli sull’aia e rievocazione dell’antico rito della trebbiatura.
Ore 21,,00 l’esebizione dei ” TERRARO’SS “

Sabato 13 luglio 2013, ore 18,00,  convegno sul tema “ Rivivere oggi per non perdere il passato “:  L’edilizia rurale rappresenta un patrimonio di inestimabile valore, una testimonianza significativa del paesaggio e dell’economia rurale tradizionale che rischia di perdersi a causa di un progressivo aggravarsi delle situazioni di abbandono e di degrado. Oltre te, è prevista la partecipazione del Presidente del Gal, del Sindaco del comune di Alberobello, del Vice presidente della Regione Puglia D.ssa Angela Barbanente, del Sen. Dario Stefano e del Sindaco di Noci.
A seguire, Rito religioso di benedizione. Ore 19,30 – 20,30, ogni mezz’ora, rievocazione dell’antico  rito della pesatura e della trebbiatura;

Domenica 14 luglio 2013, ore 18,00 – 20,30, rievocazione dell’antico rito della pesatura e della trebbiatura.

© Riproduzione riservata 10 Luglio 2013