aggiornato il 31/12/2014 alle 10:17 da

Sen. Piero Liuzzi: ‘Le primarie utili al centro-destra pugliese’

piero liuzziNOCI – Secondo il parlamentare di Noci “nella notte di San Silvestro occorre gettare dalla finestra l’indecisione sulle primarie”.
“Fra le brutte cose del 2014, quelle da lanciare dalla finestra la notte di San Silvestro, c’è la perniciosa indecisione a svolgere le primarie nella coalizione pugliese di centro-destra” afferma il sen. Piero Liuzzi. “Il masochismo raggiunge vette impensabili” per il parlamentare di Noci che, impegnato nel giro d’orizzonte per gli auguri di fine anno nel territorio della Murgia dei Trulli, riscontra una diffusa voglia di “partecipazione e di mobilitazione che soltanto lo strumento delle primarie può soddisfare in vista delle elezioni regionali del 2015”. Nella valutazione di Liuzzi Si rileva che “non c’è uno, dico solo uno, dei nostri simpatizzanti che non lamentino lo stato atarassico dei movimenti che fanno riferimento all’area dei moderati in Puglia”. La circostanza che si voti ormai per certo a maggio prossimo “dovrebbe consigliare – secondo il capogruppo FI in commissione istruzione e beni culturali del Senato – l’immediato accordo ad indire le primarie per domenica 1 febbraio 2015 raccogliendo l’invito pressante dell’on. Fitto, convinto assertore della valenza strategica del ricorso alle urne di coalizione per la scelta del candidato che sfiderà Emiliano nella corsa a presidente della Regione Puglia”. “Senza indugio – conclude Liuzzi – verso i banchetti di centro-destra per dire no alle esose tasse regionali ed alle inefficienze della sanità pugliese, per promuovere una sana competizione fra aspiranti governatori fondata soprattuto sulle proposte, per ottenere visibilità fra la gente  e ridare fiato alle speranze dei pugliesi”.

© Riproduzione riservata 31 Dicembre 2014