aggiornato il 17/04/2013 alle 7:54 da

Amministrative, Scelta Civica si tira fuori

Angela_DOnghiaNOCI – Scelta Civica resta fuori dalla campagna elettorale. Dopo settimane di attesa, volte alla ricerca di un candidato sindaco comune su cui far convergere le preferenze di Udc, Psi e liste civiche rappresentate da alcuni ex consiglieri comunali, il partito della senatrice Angela D’Onghia dichiara, a mezzo di un comunicato stampa, di voler restare fuori dalla competizione elettorale che porterà tra poco più di un mese all’elezione del nuovo sindaco. “Valutate e ponderate, nelle scorse settimane, ipotesi di creazione di una “coalizione di centro” – si legge nel comunicato – ad oggi non riscontriamo le condizioni per un nostro coinvolgimento. Tali circostanze, sebbene a malincuore, ci terranno lontani dalla competizione elettorale e tanto meno ci vedranno “apparentati” ad alcuna delle coalizioni attualmente in lizza, non essendoci, da nessuna parte, i presupposti per un percorso di rinnovamento, da noi cercato ed auspicato”.
Senatrice, cosa sta accadendo sulla scena politica nocese?
“C’era la volontà di presentare un altro candidato sindaco con un’altra coalizione e poi abbiamo deciso di aspettare un pochino. Nel senso che, se avessimo dovuto individuare il nome del candidato avremmo aspettato ancora,  perché il tempo di vita della nostra lista è breve, siamo ancora neonati. Considerando il nostro modo di fare le cose, abbiamo bisogno di altro tempo per costruire un percorso.
Abbiamo bisogno di un percorso serio sul territorio, piuttosto che andare a chiedere il voto. Il voto secondo noi non va chiesto, ma guadagnato. Poi c’erano altre liste che si erano avvicinate per la coalizione che, si era detto sin dall’inizio, doveva essere un patto politico di trasparenza, serietà, servizio al paese. Nel frattempo queste liste, non sappiamo per quali motivi, si sono tirate indietro.
A questo punto abbiamo pensato che non fosse giusto, ne per noi come lista civica, ne per il candidato sindaco che avevamo individuato, andare avanti così, all’avventura e in così breve tempo. Se avessimo avuto un mese di più, certamente la nostra decisione sarebbe stata
completamente diversa. Ma così, a quattro settimane dalle elezioni 
fare le cose e farle male non ci interessa. Non è importante occupare un seggio in consiglio comunale ma avviare un percorso di rinnovamento politico. Ringraziamo comunque tutti quelli che si sono messi a disposizione  del nostro progetto, compreso il nostro candidato sindaco, il dottor Giuseppe Martucci  che ha condiviso la nostra visione”.
Dunque, la vostra scelta di ritirarvi dalla campagna elettorale è stata maturata in un secondo momento, quando già le altre liste avevano compiuto un passo indietro …
“In questo momento non siamo ancora pronti per una campagna elettorale sul territorio. Non abbiamo l’esigenza di occupare un posto in consiglio. Pensiamo che la politica si possa fare anche da fuori, si può fare interessandosi dei problemi, in maniera seria, serena e senza avere un rappresentate consiglio”.
Con l’appoggio di quelle liste, la vostra scelta sarebbe stata diversa?
“Stavamo valutando se c’erano i presupposti per portare avanti nostre idee. Avevamo proposto un candidato, il dottor Martucci, a cui va tutta la nostra stima per la disponibilità che ha dimostrato in queste ultime settimane. Ha dato veramente l’anima per questo progetto. C’è una cosa importante che va sottolineata a tale proposito. Gli incontri che sono stati fatti per la ricerca della coalizione, non sono stati finalizzati al numero, almeno da parte nostra, ma all’individuazione di un progetto concreto”.

© Riproduzione riservata 17 Aprile 2013