aggiornato il 08/11/2013 alle 15:42 da

Sulla surroga di Gentile il Pdl si astiene

pdl vota contraNOCI – Paolo Negro, primo dei non eletti di Movimento Schittulli,  entra in consiglio comunale al posto di Marino Gentile, ma senza i voti del Pdl. Una scena già vista anche in occasione della surroga di Clementina Gentile Fusillo e l’ingresso in consiglio di Vincenzo De Marco. È la Angela Lobianco a chiarire le motivazioni della scelta del suo gruppo: “C’è solo un motivo: siamo contrari, e lo abbiamo detto più volte, a questa giunta. Siamo contro questo ribaltone politico che getta fango sul centrodestra”. Parole che non sono andate giù al consigliere Fabrizio Notarnicola, capogruppo del Pd: “Non si può parlare di ribaltone. È prevalso il buon senso, la politica della responsabilità che anche il Comune di Noci ha messo in atto. Non dobbiamo leggere tutto in maniera strumentale. Voglio quindi spezzare sul nascere ogni polemica”. Immediata la replica della Lobianco:  
“Consigliere Notarnicola, lei non può dire che il mio pensiero è errato. Non può impedire di esprimere quello che penso”. Segue l’intervento di Paolo Conforti: “Nessuno vuole fare polemica.  Se poi il vero nome delle cose da fastidio, allora questo è un altro conto.  
Non è vero forse che il passaggio di una parte del centrodestra in maggioranza per la logica delle poltrone non è quella stabilita dai nocesi al momento delle elezioni? Tanto è vero che dopo 5 mesi stiamo ancora a discutere di assetti di giunta, invece di focalizzare l’attenzione su cose più importanti. Abbiamo perso dei finanziamenti importantissimi come i fondi Unrra 2013, siamo fuori dai tavoli per il Pptr e da quelli per l’ospedale. Noci non è più al centro delle dinamiche locali”. Il consigliere conclude poi sarcastico: “non è che tra qualche mese ci ritroviamo a cambiare di nuovo la giunta?”. Alle imputazioni dei due consiglieri risponde il primo cittadino: “Ad Angela chiedo: le cose oggi starebbero diversamente se l’intesa con la coalizione Noci2020 avesse riguardato anche il Pdl? E a te Paolo – rivolgendosi a Conforti – sulla questione delle poltrone potrei scrivere un libro. E i protagonisti, ti assicuro, sarebbero tantissimi. Quanto al problema dei tavoli, l’assenza non sta a significare un disinteressamento. Tu sai bene quali contatti ho avuto per la faccenda dell’ospedale”. Risposte che non soddisfano il consigliere pidiellino che torna a battere sui “fondi Unrra 2013, nell’ambito dell’ambito socio-assistenziale, che avrebbero permesso al Comune di Noci di recuperare un milione e 200mila euro”. Ma è ormai il  momento sbagliato. L’assise è già passata a discutere le mozioni presentate dal consigliere Colonna riferite alla proposta di dilazione dei termini di pagamento della Tares  e  maggiore rateizzazione degli importi e di adesione alla strategia “Rifiuti Zero”. Il presidente del consiglio Morea richiama il consigliere, invitandolo ad essere pertinente all’argomento. “Il mio intervento è pertinente – ribadisce Conforti –  Ci sono persone anziane che che non solo sono soggette a subire la crisi, ma devono anche a pagare la Tares. A loro sarebbe stato destinato il finanziamento sfumato”.
Il gruppo consiliare del Pdl si astiene anche sulla votazione della surroga del componente della commissione consiliare “svilippo economico”,  resa necessaria dopo il passaggio di Marino Gentile in giunta. Al suo posto è stato nominato il neo consigliere Paolo Negro.

© Riproduzione riservata 08 Novembre 2013