aggiornato il 22/03/2013 alle 9:37 da

Per la handball secondo successo consecutivo

vincenzo_ventrella_handballNOCI – Centra la seconda vittoria consecutiva il Noci Handball Team del presidente Ginevra alle prese con gli spareggi promozione in Serie A2: nell’insidiosa trasferta di sabato pomeriggio a Crotone, i biancoverdi hanno recuperato, seppur a fatica, bottino pieno e messo in cassaforte un altro risultato prezioso per la vittoria finale. Dopo un primo tempo equilibrato e terminato in pareggio sul punteggio di 12-12, i nocesi si sono imposti alla ripresa, facendo emergere le proprie individualità che hanno messo il match nella carreggiata vincente. L’ingresso in campo di Lapresentazione, le parate di Ventrella e le giocate del duo Maggiolini-Ritella sono bastate per incrementare il vantaggio sin dalle battute iniziali del secondo tempo e terminare il match sul 22-29. Tra i protagonisti, non solo del match ma dell’intera stagione, il portierone Vincenzo Ventrella, garanzia di professionalità in campo ma anche forte personalità riconosciuta dall’intero gruppo. E’ proprio il numero uno nocese a commentare l’avvio dei playoff e i propositi futuri.
Ventrella, esordio positivo ma non scontato come nella trasferta di Crotone.
Stiamo affrontando le prime tre dell’altro girone e si presume che abbiano una competenza tecnica maggiore rispetto a quanto visto in campionato. Il livello si è senz’altro innalzato e l’abbiamo notato subito: innanzitutto nell’esordio interno con lo Scafati dove però non abbiamo sofferto, ma sopratutto nella trasferta di sabato a Crotone. Probabilmente la squadra è entrata in campo convinta di aver già vinto la partita: non abbiamo difeso come al nostro solito e in attacco è mancata quell’aggressività che ci contraddistingue. Dopo un primo tempo chiuso sul 12 pari che, a onor del vero non ci ha però allarmati, è venuta fuori tutta la nostra esperienza. In queste gare tirate sono le individualità ad uscire alla lunga e fare la differenza e le nostre ci hanno consentito di incrementare e mantenere il distacco.
Cosa ti aspetti dalle prossime gare?
Aspettiamo con ansia il prossimo test a Terranova: superato quello ci aspettano due gare in casa e potremmo permetterci anche di perderne una; non sarà certamente quello il nostro obiettivo ma proveremo a terminare la stagione in maniera brillante, con la giusta mentalità vincente, provando a lavorare meglio sulla concentrazione necessaria per non sottovalutare un avversario come il Terranova.
Un tuo bilancio personale.
Devo dire che non mi aspettavo molto da un campionato di Serie B ed effettivamente il livello tecnico non è altissimo: le aspettative sono rispecchiate in pieno, confrontandomi con il presidente Ginevra avevo detto che non avremmo avuto nessun tipo di problema con la squadra allestita e così è stato. Devo invece fare dei grossi complimenti alla società che non conoscevo, se non nella persona del presidente: ho trovato tre persone che hanno pieno controllo sotto tutti i punti di vista, manageriale, tecnico, gestionale; una struttura che mi ha lasciato piacevolmente sorpreso e che assicura la prospettiva di far bene anche in futuro.

© Riproduzione riservata 22 Marzo 2013