aggiornato il 18/04/2014 alle 20:06 da

La grande truvatura in via Basile

POLIGNANO – Dire che “la realtà a volte supera la fantasia”, è adoperare un luogo comune. Tra l’altro abusato quanto sbagliato. Perché quando la fantasia funziona, non c’è realtà in grado di tenerle testa. E’ il caso della “grande truvatura” capitata tra i piedi agli ignari abitanti di via Basile. Dovete sapere che le truvature sono dei favolosi tesori incantati, nascosti e custoditi da folletti, spiriti, giganti e demoni. Tesori che, per essere disincantati (o slegati), richiedevano particolari rituali e/o il superamento di complicatissime prove. Talché spesso la “truvatura” si presentava sotto mentite spoglie. Nel caso che vi stiamo esponendo trattasi di truvatura allo stato liquido, imbustata ad opera di ignoti adoperando una notevole quantità di fantasia per poterla imbustare; ché evidentemente non è da tutti far coincidere sì mirabilmente pensiero ed azione realizzando un simile capolavoro generosamente messo a disposizione di tutto il vicinato affinché possa goderne alla vista e, con un po’ di stomaco, anche al tatto. Purtroppo il geniale autore di questo exploit dai risvolti finemente intellettuali in cui ha trasfuso un infuso della sua materia, i residenti di via Basile ancora non sono riusciti ad individuarlo, sebbene si esprima in tal guisa sulla pubblica via almeno un paio di volte a settimana. Per premiarlo, sempre i residenti, hanno pensato i mettere da parte questa truvatura sotto forma di gentile nettare, in modo da restituirglielo tutto non appena lo beccano. Con gli interessi…

IMG-20140409-WA0000IMG-20140409-WA0001

© Riproduzione riservata 18 Aprile 2014