aggiornato il 03/10/2015 alle 7:36 da

Sac, tornano le residenze d’artista in Puglia

img-5454847POLIGNANO – 12 artisti italiani e stranieri abiteranno i Palazzi storici di Conversano, Mola di Bari, Rutigliano e Polignano a Mare che si aprono nuovamente all’arte contemporanea nella seconda edizione delle Residenze d’artista nell’ambito del SAC – Mari tra le Mura curate dalla Fondazione Pino Pascali. Il 10 ottobre inaugura la mostra con i loro progetti.

12 artisti, quattro Comuni: torna SAC «Mari tra le mura: nel blu dipinto di Puglia». Il progetto, alla sua seconda edizione, torna ad abitare con l’arte contemporanea i Palazzi Storici dei Comuni di Conversano, Rutigliano, Mola di Bari, Polignano a Mare. Sono stati selezionati attraverso un bando pubblico che ha visto in commissione Rosalba Branà, direttrice della Fondazione Pino Pascali, Domenico Matarrese Responsabile del SAC Comune di Polignano, Edoardo Trisciuzzi e Nicola Zito, storici dell’arte.  Sono Fonte & Poe (Julia Gabriela Potapczuk e Alessandro Fonte) da Brema (Germania) Petr Košárek, da Praga (Rep. Ceca), Ignazio Fabio Mazzola, Bari che lavoreranno a Conversano (Ex Monastero di San Benedetto); Chiara Cunzolo, Livorno, Endri Dani, Scutari (Albania), Pierpaolo Miccolis, Alberobello, protagonisti delle residenze a Rutigliano (Palazzo San Domenico); Paolo Ferrante, Lecce, CRISA (Cristina Mangini ed Elisa Zambetta), Bari-Aosta, Antonio Delli Carri, Foggia, residenti, invece, a Polignano, Palazzo San Giuseppe (Ex Museo Pino Pascali); Federica Gonnelli, Campi Bisenzio (FI) Sara Svati, Londra (UK), Giulio Rossi, Torino infine a Mola di Bari, Casa della Cultura (Palazzo San Domenico – Ex Municipio).
 
Il tema delle residenze, coordinate da Nicola Zito ed Edoardo Trisciuzzi per la Fondazione Pino Pascali, è Arte Natura Territorio. Nel progetto, gli artisti sono chiamati a confrontarsi con le realtà del territorio, con l’obiettivo di attivare contaminazioni culturali e nuove opportunità di relazione con il sistema dell’arte. A Mola di Bari i tre artisti coinvolti lavoreranno presso la residenza della Casa della Cultura, presso Palazzo San Domenico (ex Municipio).
 
Nello specifico, Giulio Rossi presenta il progetto Pascolare, in cui da un punto di vista storico indagherà – attraverso disegni e incisioni – le realtà locali indagando il rapporto tra uomo e natura e tra mondo artificiale, tracce lasciate dalla storia e futuro. L’artista e scenografa Sara Svati lavorerà sul concetto di rifiuto, indagando la geografia e il sedimento del litorale molese, realizzando un’installazione in cui i rifiuti prelevati e raccolti diventeranno materiale plastico per una rielaborazione scultorea della morfologia di un nuovo paesaggio costiero. Nel suo progetto Musa, infine, la fiorentina Federica Gonnelli intende realizzare una video-installazione incentrata sul rapporto tra uomo e ambiente, offrendo la possibilità di vivere un’esperienza emozionale totale in cui, oltre la vista, saranno stimolati anche gli altri organi di senso. A Polignano a Mare, dove gli artisti saranno in residenza presso Palazzo San Giuseppe (ex Museo Pino Pascali), Paolo Ferrante presenta Retaggio, progetto consistente in una ricerca sulla cultura locale della pesca, intesa come simbolo-guida dell’immaginario collettivo del luogo, attraverso il riutilizzo delle reti dei pescatori su cui verranno applicate delle immagini atte a costituire una sorta di alfabeto misterioso. Cum grano salis è invece il nome del progetto del duo CRISA, installazione che, attraverso l’utilizzo del sale, intende richiamare il rapporto tra Polignano e il suo mare e l’educazione dei ragazzi, esprimendo la nostalgia per le cose passate, con l’obiettivo di rendere alla memoria pensieri e sensazioni rievocanti gli elementi di un ambiente scolastico ormai scomparso. Le Mappine proposte da Antonio Delli Carri si incuneano, invece, nel solco della sua ricerca, ossia un canovaccio di panneggi ricoperti da una texture di schegge colorate; nel caso della residenza, egli propone una Mappina adagiata al suolo e azzurra, che richiama l’idea del mare scosso dal moto ondoso.
 
Nelle residenze di Conversano e Rutigliano le tematiche principali sviluppate dagli artisti sono quelle legate a diversi aspetti di tipo socio-antropologico. A Conversano, presso l’ex Monastero di San Benedetto, il duo Fonte&Poe presenterà un’opera video che è la sintesi di un’azione collettiva performativa che elabora l’interpretazione dei simboli e delle tecniche di lavoro; Petr Košárek proporrà invece un lavoro incentrato sullo studio dei diversi aspetti della vita contadina attuale; Ignazio Fabio Mazzola realizzerà un film che ha come tematica la masseria e la sua natura di architettura senza architetti. A Rutigliano, infine presso Palazzo San Domenico, Chiara Cunzolo proporrà un lavoro fotografico incentrato sul territorio e in particolare sul modo in cui l’uomo abita e trasforma lo spazio che lo circonda; Endri Dani invece lavorerà sul rapporto tra l’Albania e la Puglia attraverso la circolazione e lo scambio di oggetti culturali; Pierpaolo Miccolis presenterà, concludendo, una serie di lavori legati a una ricerca antropologica e ispirati anche dalla figura della “Gura”, personaggio del folklore e della superstizione popolare.

Fondamentale per tutti è lo scambio con gli abitanti del luogo – soprattutto le suggestioni provenienti dal mare, dalle comunità di pescatori, ma anche il tema della formazione, la ricerca documentaria, la registrazione delle prospettive più specifiche o insolite. Il programma prevede essenzialmente una fase di ricerca sul luogo e una attività laboratoriale; a conclusione del progetto verrà proposta una mostra che sarà inaugurata il 10 ottobre e che verrà allestita negli spazi in cui gli artisti svolgeranno le residenze.

Il giorno sabato 3 ottobre è previsto un incontro con critici e curatori quali Christian Caliandro, Marinilde Giannandrea e Antonella Marino – studiato per creare uno scambio di esperienze e creare delle opportunità per gli artisti in residenza.
SAC «Mari tra le mura: nel blu dipinto di Puglia» è un progetto finanziato dalla Regione Puglia a valere sul PO FESR Puglia 2007-13 Asse IV «Valorizzazione delle risorse naturali e culturali per l’attrattività e lo sviluppo», nei comuni di Polignano a Mare, Mola di Bari, Conversano, Rutigliano.
 

LOCATION:
 
POLIGNANO A MARE
Palazzo San Giuseppe (Ex Museo Pino Pascali)
Via Mulini
 
MOLA DI BARI
Casa della Cultura (Palazzo San Domenico – Ex Municipio)
Piazza degli Eroi, 6
 
CONVERSANO
Monastero San Benedetto
Via San Benedetto
 
RUTIGLIANO
Palazzo San Domenico (Museo del Fischietto)
Via Leopoldo Tarantini
Info:
FONDAZIONE MUSEO PINO PASCALI
VIA PARCO DEL LAURO 119 – 70044 POLIGNANO A MARE (BA)
PH: +39 080 4249534
www.museopinopascali.it         segreteria@museopinopascali.it
press: Santa Nastro +39 3928928522 snastro@gmail.com

Comunicazione Web | stampa@museopinopascali.it

© Riproduzione riservata 03 Ottobre 2015