aggiornato il 19/02/2016 alle 7:28 da

Red Bull, i tuffi a fine agosto

RED BULLPOLIGNANO – I Comuni del SAC “Mari tra le mura” si promuovono insieme a Milano. Anche quest’anno Conversano, Mola di Bari, Polignano a Mare e Rutigliano hanno deciso di “fare squadra” e di presentarsi insieme a Bit 2016 unitamente ai partner Teatro Pubblico Pugliese e Fondazione Pino Pascali, con uno stand posto di fronte all’area della Regione Puglia, visitato fra gli altri dal governatore pugliese Michele Emiliano. In un momento particolarmente favorevole per la destinazione Puglia, l’occasione è stata propizia per una promozione integrata dei beni culturali e ambientali che insistono all’interno del quadrilatero posto a sud-est di Bari. Due i momenti più significativi nel corso della trasferta milanese. In anteprima sul calendario internazionale, infatti, è stata presentata l’unica tappa italiana della Red Bull Cliff Diving World Series 2016 che si terrà a Polignano a Mare il 27 e il 28 agosto. All’incontro, condotto da Domenico Matarrese (Comune di Polignano a Mare), hanno partecipato Domenico Vitto (sindaco di Polignano a Mare), Raffaele Piemontese (assessore regionale allo sport), Giuseppe Valenzano (consigliere Città Metropolitana), Silvio Maselli (assessore della Città di Bari), i sindaci e gli assessori dei Comuni partner, Paolo Verri (commissario straordinario di Puglia Promozione), Elisabetta Galbiati (Red Bull Italia) e Oreste Varese (Ass. Marmeeting).

Un secondo incontro, invece, è stato dedicato al bilancio delle attività del  SAC “Mari tra le mura”. Condotto da Domenico Matarrese, ha visto gli interventi di Vincenzo Teofilo (Rup del SAC), Pasquale Sibilia (coordinatore SAC), Giuseppe Lovascio (sindaco di Conversano), Giangrazio Di Rutigliano (sindaco di Mola di Bari), Marilena Abbatepaolo e Gianvito Altieri (assessori dei Comuni di Polignano a Mare e Rutigliano), Antonio Frugis (Fondazione Pino Pascali). E’ stato tracciato un bilancio delle attività con particolare riguardo per i progetti finanziati dalla Regione e che verranno avviati nel 2016, “Ecometrò plus” e “Arte Open Air”. Si è parlato anche dell’avviso pubblico già indetto per individuare il soggetto gestore che, sulla base degli indirizzi formulati dai Comuni, dovrà far funzionare il sistema, utilizzando i beni e i servizi acquisiti grazie ai finanziamenti comunitari, per condurre turisti e visitatori alla scoperta del territorio all’insegna della “mobilità lenta”.

© Riproduzione riservata 19 Febbraio 2016