aggiornato il 28/04/2016 alle 7:15 da

Un fine settimana all’insegna della didattica al museo Pascali

museo pascaliPOLIGNANO – Tre giorni da trascorrere alla Fondazione Pino Pascali con una serie di iniziative realizzate in collaborazione con le associazioni del territorio. Si parte il 12 maggio alle ore 19 con la presentazione del libro ‘Forme di Suoni’ di Lucia Diomede, edito da Prospettiva editrice, 2015.
Presentano Marilena Abbatepaolo, Assessore alla Cultura del Comune di Polignano a Mare e Maria Rosaria Colonna, con un reading di Antonella Cautero. Sarà presente l’autrice.
Lucia Diomede, è vincitrice del premio BrainGNU 2013 – sezione poesia, che ha portato lo scorso anno alla pubblicazione della sua silloge Forme di suoni.  Si tratta di un artigianato poetico che spesso riflette su se stesso, sui suoi attrezzi e sulla sua materia prima – i suoni, le parole, i simboli grafici che li rappresentano –, sulla loro efficacia o impotenza, sulla loro capacità di permanere o perdersi per sempre.
Dal 13 al 29 maggio si terrà, invece, la mostra itinerante sensoriale promossa da Informatici senza frontiere onlus.  Sensoltre è un percorso tattile al buio, ad oggi ha raggiunto oltre 2.500 visitatori in tutta Italia. Giunto alla nona edizione, l’esposizione torna in Puglia e per la prima volta in un Museo di arte contemporanea: la Fondazione Pino Pascali.  I visitatori vedenti e non vedenti, ricevono all’inizio del percorso uno smartphone con tecnologia NFC (near field communication) ed una cuffia per seguire il percorso tattile/audio contenente una voce guida con istruzioni e musica per esplorare ciascun quadro.
Hanno partecipato allo sviluppo del progetto i seguenti referenti di ISF Puglia: Chiara De Felice – coordinatrice regionale; Roberto De Niccolò – componente direttivo nazionale ISF; Prof. Filippo Lanubile – Dipartimento di Informatica, Università degli studi di Bari; Fabrizio Lippolis – app di Sensoltre – Emanuela Ferri, Giovanni Pedot (in arte Giope  l’artista polignanese creatore delle pittosculture, opere tattili tra materia e colore.
Infine, il 14 maggio (fino al 18 maggio) alle ore 19 apre al pubblico la mostra che presenta i risultati del Corso di Aggiornamento tenuto da Paolo Comentale del Granteatrino Casa di Pulcinella, regista, burattinaio e scrittore.Il corso in collaborazione con l’Istituto comprensivo “Sarnelli De Donato” di Polignano dedicato ai docenti del territorio, dal titolo “I linguaggi del teatro di figura: dal testo scritto alla rappresentazione” ha analizzato i vari linguaggi che concorrono a costruire uno spettacolo dei burattini mettendo a fuoco la valenza didattica.
In uno spettacolo di Teatro di Figura si incrociano, infatti, molti linguaggi, dalla scrittura creativa, alla sceneggiatura, dalla musica all’espressione grafico-pittorica, un percorso formativo ed educativo che porta gli alunni a liberarsi di alcuni blocchi comunicativi, favorendo l’integrazione  all’interno del gruppo-classe spesso eterogeneo e multiculturale. Nel corso della mostra saranno visibili i lavori prodotti dai docenti nell’ambito di questa esperienza.

© Riproduzione riservata 28 Aprile 2016