aggiornato il 16/06/2010 alle 7:27 da

Polignano conquista una vela in più dello scorso anno

veduta-polignanoAnche per l’estate 2010 è la costa tirrenica a rappresentare l’eccellenza dell’offerta turistica balneare della Guida Blu di Legambiente e Touring Club Italiano che quest’anno festeggia la sua decima edizione con una veste grafica tutta nuova. Aumentano ancora le località, ben 14, che conquistano il massimo riconoscimento, le 5 vele, segno che sono sempre di più le Amministrazioni impegnate ad aumentare la qualità ambientale del loro territorio. Con una media di 3,4 vele per località la Sardegna mantiene il timone anche in questa edizione ma quest’anno a seguirla è la Puglia che con 3,2 vele per località supera la Toscana a quota 3,1. Per festeggiare i suoi 10 anni la Guida Blu non solo si è rifatta il look ma ha anche arricchito la sezione dedicata alle grotte marine, ne ha realizzata una in collaborazione con Ucina (Unione Nazionale dei Cantieri e delle Industrie Nautiche e Affini) dedicata alla nautica da diporto, che propone ben 14 itinerari alla portata di tutti. Inoltre, per gli amanti dell’acqua dolce anche quest’anno c’è una parte dedicata ai laghi con le località migliori per il turismo lacustre e per finire non poteva mancare la sezione dedicata agli alberghi per l’ambiente che si fregiano dell’etichetta ecologica (ecolabel) di Legambiente Turismo.

Il giudizio attribuito a ciascuna località è frutto di valutazioni approfondite. I parametri (21 indicatori) sono suddivisi in due principali categorie: qualità ambientale e qualità dei servizi ricettivi. Lo stato di conservazione del territorio e del paesaggio, la qualità dell’accoglienza, la pulizia del mare e delle spiagge, la presenza di servizi per disabili, le iniziative nel campo della gestione sostenibile del ciclo dei rifiuti, della mobilità, del risparmio idrico ed energetico e la presenza di parchi e aree marine protette, costituiscono per Legambiente chiari indicatori di merito.

I dati pugliesi della Guida Blu sono stati presentati in conferenza stampa, questa mattina a Bari, da Francesco Tarantini, Presidente di Legambiente Puglia, Silvia Godelli, Assessore al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia e Michele Lamacchia, Presidente ANCI Puglia. Alla conferenza erano presenti, in rappresentanza dei comuni premiati con le 5 vele, Luciano Cariddi, Sindaco di Otranto, Domenico Tanzarella, Sindaco di Ostuni e Gustavo Petolicchio, Assessore all’Ambiente del Comune di Nardò.

“Nella classifica di quest’anno -commenta Francesco Tarantini, Presidente Legambiente Puglia- la Puglia va a ‘gonfie vele’ piazzandosi al secondo posto dopo la Sardegna fra le regioni più blu. Sono 36 le località pugliesi e 32 le spiagge -dichiara Francesco Tarantini, Presidente Legambiente Puglia- che Guida Blu 2010 consiglia di visitare per paesaggi, accoglienza turistica, fondali particolarmente interessanti, luoghi d’interesse storico-culturale e pulizia del mare e delle spiagge. Mentre salgono a tre i comuni che quest’anno premiamo con le 5 vele: oltre Ostuni e Nardò, già premiate lo scorso anno, si aggiunge Otranto”.

Localit-e-spiagge-di-Guida-Blu-2010Quest’anno sono 10 le località a 4 vele (l’anno scorso erano 7): si aggiungono Monopoli (BA), Salve (LE), Polignano a Mare (BA) e Rodi Garganico (FG) che l’anno scorso avevano tre vele, a Diso (LE), Manduria (TA), Andrano (LE), Chieuti (FG), Gallipoli (LE) e Castro (LE). In 16 località sventolano 3 vele e in 6 sventolano 2 vele. Chiude la classifica Castellaneta (TA) con una sola vela.

“Quelli che ogni estate suggeriamo come meta di vacanze –conclude Tarantini–  sono luoghi che hanno scommesso sulla qualità a trecento sessanta gradi e che coniugano l’offerta turistica con il rispetto dell’ambiente, trasformandolo in un punto di forza. La decima edizione di Guida Blu conferma la forte vocazione turistica della nostra regione, totalmente incompatibile con eventuali ubicazioni di centrali nucleari e piattaforme petrolifere.”

La Guida Blu 2010 riporta circa 300 località balneari e più di 70 lacustri. Le spiagge più belle, le grotte e 14 itinerari per andar per mare.

La classifica in Puglia:

COMUNE

PR

2009

2010

Ostuni

BR

5

5

Nardò

LE

5

5

Otranto

LE

4

5

Monopoli

BA

3

4

Polignano

BA

3

4

Chieuti

FG

4

4

Andrano

LE

4

4

Castro

LE

4

4

Diso

LE

4

4

Gallipoli

LE

4

4

Salve

LE

3

4

Manduria

TA

4

4

Rodi Garganico

FG

3

4

Giovinazzo

BA

3

3

Margherita di Savoia

BAT

3

3

Carovigno

BR

3

3

Ischitella

FG

3

3

Isole Tremiti

FG

3

3

Lesina

FG

3

3

Mattinata

FG

3

3

Monte Sant’Angelo

FG

3

3

Sannicandro Garg.

FG

3

3

Vico del Gargano

FG

3

3

Vieste

FG

3

3

Gagliano del Capo

LE

3

3

Patù

LE

2

3

Porto Cesareo

LE

2

3

Tricase

LE

3

3

Ginosa

TA

3

3

Trani

BAT

1

2

Peschici

FG

2

2

Castrignano del Capo

LE

2

2

Melendugno

LE

2

2

Ugento

LE

2

2

Maruggio

TA

2

2

Castellaneta

TA

1

1

© Riproduzione riservata 16 Giugno 2010