aggiornato il 12/07/2012 alle 14:28 da

Domani la terza serata del ‘Libro Possibile’

POLIGNANO – La terza serata del Festival nazionale “Il libro possibile” svela il suo ospite speciale, l’autore che ha ispirato il tema portante dell’undicesima edizione.

Viaggio nell’ottimismo” è il titolo del saggio dello scrittore e divulgatore scientifico spagnolo Eduard Punset che si presenterà al pubblico italiano, in anteprima nazionale, proprio a Polignano a Mare. L’autore nella trama del libro dimostra, attraverso argomentazioni scientifiche, che tutti hanno buoni motivi per essere ottimisti “nonostante la crisi nefasta che ci sta soggiogando”. Un inno alla positività, a vedere il bicchiere mezzo pieno, ad essere costruttivi sempre. Un appuntamento dunque da non perdere alle 22.00 in piazza S. Benedetto con la presentazione del giornalista del ‘Il Sole 24 – Ore’ Stefano Salis e la partecipazione del vicepresidente della Provincia di Bari Nuccio Altieri.

Un alto momento di spiritualità, impegno civile e sociale verrà condiviso dal presidente della Regione Puglia Nichi Vendola che leggerà e commenterà in pubblico brani del testo “La Messa non è finita. Il vangelo scomodo di Don Tonino Bello” (ore 21.00, piazza S. Benedetto).

Il giornalista, scrittore e autore televisivo Luca Telese sarà sul palco di piazza san Benedetto (ore 23.30 ) con  Dario Vergassola e le sue ‘interviste impossibili’. L’autore presenterà il libro ‘Gioventù, amore e rabbia’, il racconto di un’Italia ai tempi della crisi con le storie raccolte da un osservatorio privilegiato qual è quello del cronista. Ci guida nella terra dei precari, del popolo «viola» speranzoso e deluso, di quello «black» furioso e iconoclasta, di talenti e fuoriclasse, di creativi cassintegrati e di operai sbeffeggiati. Interverrà il rettore dell’Università di Bari ‘Aldo Moro’ Corrado Petrocelli.

Di rapporti tra Stato e cittadini si discuterà nell’incontro con il senatore Nicola Rossi e il suo libro “Sudditi”, presentato dal giornalista del ‘Il Corriere della Sera’ Pierluigi Battista (22.30 piazza dell’Orologio), con gli interventi dell’ex ministro Raffaele Fitto e del preside della Facoltà di Economia dell’Università Lum Jean Monnet di Casamassima Antonio Salvi.

Ancora di politica si parlerà nell’incontro delle 20.30 (presenterà Leo Lestingi) in piazza S. Benedetto con il deputato Pino Pisicchio, autore del libro “Alle origini della politica”.

Le storie di lotta contro gli abusi e la discriminazione verso i migranti, in una prospettiva globale, saranno tema di dibattito tra il giornalista Vittorio Longhi (“La rivolta dei migranti”), il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola e l’assessore alla Cittadinanza Attiva e delle Politiche Giovanili della Regione Puglia Nicola Frantoianni. Sarà presente anche Laura Boldrini, portavoce dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) e ora anche scrittrice. La Boldrini per oltre 20 anni ha lavorato in diverse agenzie dell’Onu. Ha svolto missioni in numerosi luoghi di crisi tra cui: Ex-Jugoslavia, Afghanistan, Iraq, Yemen, Ruanda, Sudan. Appuntamento alle 22.00 in piazza dell’Orologio.

Passando a temi più lievi, Luigi Manconi nel suo ultimo libro “La musica è leggera”, – racconto di parole e suoni dal 1960 ad oggi, una interessante lettura scanzonata e drammatica dell’Italia contemporanea – dedica un capitolo al grande artista di Polignano a Mare Domenico Modugno. Interverranno due notissimi artisti come Ricky Gianco e Nada. Presenterà l’editore Luca Formenton (ore 23.00 in piazza S. Benedetto).

Ritroviamo Nada in veste di scrittrice con “La grande casa”, storia ambientata nel futuro e nel cui racconto l’autrice svela la capacità di ricostruire una convivenza diversa, fatta di passione, di sensibilità, di rispetto per le forze segrete del cuore. Presenterà l’incontro il conduttore e responsabile dei programmi culturali Rai Gigi Marzullo alle 21.30 in piazza dell’Orologio.

Tra i nomi più attesi della rassegna c’è quello dello scrittore e giornalista di ‘la Repubblica’ Stefano Bartezzaghi. Maestro dell’uso e dei giochi di parole, converserà sui temi presenti nella sua nota rubrica “Lessico e Nuvole” insieme con Raffaella Calandra alle 21.30 in piazza S. Benedetto.

Il giornalista televisivo Franco Di Mare torna dopo tre anni al “Libro possibile” con “Casimiro Ròlex”, storia di un piccolo delinquente napoletano che svela in maniera amara l’ascesa illusoria e la caduta di chi sceglie la via dell’illegalità. Presenta l’incontro la presidente dell’Ordine dei Giornalisti Puglia Paola Laforgia alle 21.00 in piazza dell’Orologio.

L’autrice televisiva e scrittrice Catena Fiorello arriva con la sua simpatia a Polignano portando “Casca il mondo, casca la terra”, romanzo borghese ambientato a Roma ai giorni nostri, con protagonista una giovane donna, nata povera in Puglia, a Squinzano, che l’ambizione e l’orgoglio spingono nella Capitale. L’incontro verrà presentato dalla giornalista Maria Luisa Sgobba alle 21.00 in piazza Carime.

Donatella Bianchi, conduttrice di Linea Blu, programma di RaiUno dedicato alle bellezze del mare, presenterà “Le 100 perle del mare italiano”, un viaggio ideale lungo le coste della  nostra meravigliosa penisola, tra incredibili fondali, spiagge incontaminate, isole misteriose e borghi ricchi di storia e traboccanti di leggende. Presenterà la giornalista Enrica Simonetti alle 23.00 in piazza dell’Orologio.

Alle 22.30 in piazza San Benedetto lo psichiatra-docente Vittorio Lingiardi presenterà “La confusione è precisa in amore”, raccolta di poesie in cui viene tratteggiato in modo lucido un mondo fatto di ricordi, passione e scavo interiore. Parteciperanno all’incontro l’assessore al Turismo e alla Cultura della Regione Puglia Silvia Godelli e la direttrice artistica del festival Rosella Santoro. Reading della bravissima attrice Anna Bonaiuto.

Torniamo alla lira?”: questa domanda molto ricorrente negli ultimi tempi sarà il titolo del dibattito che, alle 22.45 in piazza Carime, si terrà con Max Cellino, giornalista del ‘Il Sole – 24 Ore’, Lucio Laureti, professore di Economia Politica, Economia Internazionale e Macroeconomici Internazionali dell’Università Lum Jean Monnet di Casamassima e  il presidente della Fiera del Levante Gianfranco Viesti.

Arriviamo poi all’appuntamento con l’enogastronomia. “Cuoco per emozione” è il libro che verrà presentato da Spyros, il primo vincitore del programma tv MasterChef Italia, un viaggio nella cucina per scoprire la storia, i trucchi e i segreti di un grande talento. Piatti ideati con il cuore per le persone a lui più care, dove i sapori della Grecia incontrano la tradizione italiana in accostamenti originali e sempre sorprendenti. Appuntamento alle 21.30 in vico Porto Raguseo, presenterà il giornalista Rai Michele Peragine.

L’autore televisivo Mattia Torre racconterà del suo “In mezzo al mare”, raccolta di testi che prende di mira la società odierna, soffermandosi sulle disperazioni e le ossessioni dell’uomo moderno con grande ironia. Alle 22.00 in piazza Carime presenterà l’incontro Mariangela Barbanente, reading dell’attore Valerio Aprea.

Vetrina ‘made in Puglia’ per gli autori della terza serata, anch’essi protagonisti di primo piano in questa edizione del “Il libro possibile”.

La spiritualità e la riflessione di padre Donato Ogliari, Abate dell’Abbazia Madonna della Scala di Noci, sono il cuore del libro “Tempo e Spazio – Alla scuola di San Benedetto”, presentato dal giornalista e scrittore Onofrio Pagone alle 21.30 in piazza Carime.

In “La luna e la focacciaVittorio Stagnani, storico delle tradizioni e della gastronomia, ricostruisce la storia di un basilare e antico alimento mediterraneo soffermandosi su quella barese, tra le più tradizionali e tipiche italiane. Se ne parlerà alle 21.00 in vico Porto Raguseo, presenterà Lucia Schinzano, interverrà Michele Damiani.

Alle 21.30 in balconata S. Stefano, Carlo Mazza presenterà il suo primo romanzo“Lupi di fronte al mare”, un noir tutto barese che affronta tematiche scottanti relative al Mezzogiorno (presenterà Annalisa Tatarella, giornalista ed editrice).

Il naval thriller di Giulio Calò  Carducci,“Doppio scacco”, sarà protagonista dello spazio delle 22.00 in vico Porto Raguseo con la presentazione di Nicky Persico e gli interventi di Domenico Di Paola, amministratore unico di Aeroporti di Puglia.

A dieci anni dall’uccisione a Bari Vecchia del quindicenne Michele Fazio, Francesco Minervini, riporta nel suo “Il grido e l’impegno” le vicende e i ricordi della famiglia del ragazzo in un racconto lucido e pacato degli avvenimenti, analizzando la storia di una vittima dei regolamenti di conti mafiosi. Presenterà l’incontro alle 22.00 in balconata S. Stefano il giornalista Beppe Stallone, con l’intervento di Luigi Liguori, dirigente dell’Ufficio interregionale di polizia di frontiera.

«La beauté ou le salut du monde» è il titolo del saggio in lingua francese di Giovanni Dotoli che verrà presentato alle 22.30 in vico Porto Raguseo. Introdurrà il giornalista Salvatore F. Lattarulo.

Rossella Longo presenterà con Livio Costarella il suo romanzo “Il tempo sfuma” (22.30 balconata S. Stefano) ambientato in Salento. Nell’arco temporale di un viaggio, vengono narrate le profonde riflessioni della protagonista Rebecca su se stessa, sulla natura della donna, sull’incomunicabilità e diversità tra generi e sulla ricerca opposta del dialogo.

Il giornalista Antonio V. Gelormini racconterà in “Episcopius troianus” la storia del Palazzo Vescovile di Troia, nel foggiano. Incontro alle 23.00 in vico Porto Raguseo, con gli interventi di Bartolomeo Smaldone e Alessio Viola.

Rosamaria Ciritella presenterà ‘Una dozzina di rose’, ritratti di donne recluse, storie, esperienze femminili carcerarie metabolizzate da un’altra donna che filtra e dà forma al vissuto ed alle emozioni, ma anche ai sogni ed ai progetti in un atto creativo catartico. Presenterà Flavio Oliva (ore 23.15 piazza Carime).

Alle 23.00 in balconata S. Stefano Marco Ghiro presenterà (con Nicola Mangialardi) l’ultimo thriller “Psicanalisi di un delitto”.

Il mio domani – Venticinque cinecronache italiane” è il titolo del libro del cinefilo Gaetano D’Elia, presentato alle 21.00 in balconata S. Stefano con Romolo Ricapito.

Di giornalismo e di precariato, basandosi molto sulle proprie esperienze personali e descrivendo il momento critico dell’editoria, parlerà Antonio Loconte alle 23.30 in vico Porto Raguseo con la sua ultima fatica “Senza paracadute – Diario tragicomico di un giornalista precario”. Presenterà Nica Ruggiero. Interverranno Alessandro Banfi, Gustavo Delgado, Elisa Forte, Dino Amenduni, Annamaria Ferretti. Reading di Annabella Giordano.

Infine Roberto Recchimurzo presenterà “Le cronache di Alessandro” con Stefano Ruocco alle 23.30 in balconata S. Stefano.

Lo spazio bambini della terza serata sarà dedicato al teatro. Ci si divertirà con i racconti di “La principessa sul pisello” tratto dall’omonimo spettacolo del Teatro Kismet Opera, con la regia di Lucia Zotti. Appuntamento alle 20.30 in piazza dell’Orologio con gli interventi di Monica Contini e Nico Masciullo. Presenterà Vito Lacirignola.

Il festival “Il libro possibile” è anche arte. Si potranno visitare le mostre permanenti che fanno da cornice visiva all’evento. Le tavole illustrate di Manuela Trimboli tratte da “Pacobiclip e altri racconti” di Enzo Quarto, nel centro culturale ‘u Castarill’ nella piazzetta F. M. Perotti; e la mostra “Whitecolor, il bianco come poetica della tradizione pugliese” a cura di Marica Longano, allestita in sala stampa (porticato di via Mulini).

Il festival, organizzato anche quest’anno in tavole rotonde sui temi dell’economia, dell’ambiente e del diritto al lavoro, è anche vetrina per le best practice nel campo della sostenibilità convertita in cultura: in questa edizione, dalle 17.30 alle 19.30 in piazza dell’Orologio, sarà promossa l’iniziativa ‘Ciclo, riciclo e leggo. Portaci la tua vecchia bici inutilizzabile e ti regaliamo un libro’ dell’assesorato alla Mobilità della Regione Puglia in collaborazione con EMS – Ente Modelli Sostenibili e Associazione Facciamoloinbici.

IMG_4134IMG_4132 

© Riproduzione riservata 12 Luglio 2012