aggiornato il 13/07/2012 alle 15:28 da

Dandini, Rampini e i finalisti del premio strega, chiude così ‘Il Libro Possibile’

POLIGNANO – IMG_4189_2Giunge al termine l’undicesima edizione del festival nazionale “Il libro possibile” con la quarta e ultima serata ricca di ospiti e di tematiche che variano dall’attualità alla cronaca, dalla cultura alla letteratura, dalla giustizia all’ambiente.

A una settimana dall’epilogo del Premio Strega 2012, per il secondo anno consecutivo (si ringrazia la Fondazione Bellonci) arrivano in piazza S. Benedetto (ore 22.00) due dei finalisti: Emanuele Trevi (“Qualcosa di scritto”) e Lorenza Ghinelli (“La colpa”). Gli ospiti verranno presentati dal giornalista del “Il Sole –  24 Ore” Stefano Salis. Interverrà Stefano Petrocchi della Fondazione Bellonci.

Torna in piazza S. Benedetto per il secondo anno consecutivo l’inviato a Parigi, Bruxelles, San Francisco e Pechino di ‘la Repubblica’ Federico Rampini con “Alla mia sinistra”, il nuovo saggio che propone uno sguardo cosmopolita sui modelli alternativi per superare la crisi. Rampini darà il suo validissimo contributo per raggiungere anche solo in maniera ideale lo spirito che pervade quest’anno il festival, l’ottimismo. Appuntamento alle 21.30, presenterà la direttrice artistica Rosella Santoro.

Graditissimo ritorno al festival sarà anche quello di Serena Dandini, la notissima conduttrice che verrà nella consolidata veste di scrittrice con il suo nuovo libro “Grazie per quella volta”, racconti che spaziano tra ricordi e riflessioni chiamando a testimoni personaggi famosi del passato e del presente per esplorare con tenerezza, ironia e sincerità una catena di debolezze di cui andare fieri, di fragilità nostre e del mondo. Presenterà Rosella Santoro alle 23.00 in piazza S. Benedetto.

Alle 23.30, in piazza san Benedetto, Dario Vergassola sarà sul palco con il direttore del quotidiano ‘Il Tempo’ Mario Sechi per l’ultima delle ‘interviste impossibili’ della rassegna dal titolo ‘I media e l’ottimismo: ritorno al futuro 3’ per giocare sulla fantascienza di coniugare questi due elementi così sfuggenti. Nell’occasione Vergassola presenterà il suo libro ‘Panta Rai’, un affresco che offre un nuovo punto di vista per guardare fatti e  cronaca e politica, su come una notizia può far sorridere oltre che riflettere. Un libro per ridere, ma anche per ricordare un recente passato che altrimenti rischia di essere dimenticato troppo in fretta.

Anteprima nazionale per “Lo zingaro e lo scarafaggio” di Giuliano Foschini e Marco Mensurati, giornalisti di ‘la Repubblica’. Con questa lettura ci accompagneranno in un viaggio documentato ed estremamente attuale nel sistema del calcio scommesse, nato da una lunga inchiesta in cui gli autori hanno ricostruito i fatti attraverso testimonianze dirette e la consultazione degli atti investigativi delle procure di Cremona e Bari. Al dibattito, presentato da Giuseppe Simone alle 21.00 in piazza s. Benedetto, parteciperà anche il procuratore di Bari Antonio Laudati.

Degli sprechi e dei privilegi della casta dei politici si parlerà con il giornalista tv e direttore del nuovo canale Mediaset all-news TGcom24 Mario Giordano, autore di “Spudorati”, e con la giornalista Lorena Saracino (23.30 piazza dell’Orologio).

Armando Massarenti, filosofo ed epistemologo, responsabile del supplemento culturale Il Sole-24 Ore-Domenica per cui si occupa di storia e filosofia della scienza, filosofia morale e politica, ci porterà a riflettere con il suo “Perché pagare le tangenti è razionale ma non vi conviene”. Presenterà il giornalista e scrittore Onofrio Pagone (ore 21.30, piazza Carime).

Rischio, passioni e musica sono gli ingredienti del primo noir firmato da Enzo Ghinazzi, in arte Pupo. “La confessione” restituisce la vita artistica e privata del noto cantautore italiano in una sorta di autobiografia romanzata. Interverrà il giornalista Michele De Feudis (ore 23.00, piazza dell’Orologio).

Il vile agguato” è il nuovo libro che Enrico Deaglio, giornalista e scrittore, nonché conduttore di programmi d’inchiesta, farà conoscere al pubblico polignanese alle 22.30 in piazza dell’Orologio. Si tratta di un’inchiesta dedicata all’incredibile caos di vero e falso, noto e oscuro, mafia e Stato che sottende alle indagini sull’uccisione del magistrato Paolo Borsellino. Presenterà l’incontro la giornalista Carmela Formicola.

Politica, caste, ambiente, inquinamento: di questo ed altro si parlerà nel dibattito con il popolare giornalista e conduttore radiofonico Aldo Forbice (“I faraoni” e “Puliamo il futuro”), con lo scrittore e giornalista Lino Patruno e il presidente della Provincia di Bari Francesco Schittulli alle 21.00 in piazza dell’Orologio.

Il sociologo e docente di filosofia del diritto dell’Università Lum Jean Monnet di Casamassima Paolo De Nardis, autore insieme con Francesca Caruso del saggio ‘Rabbia sociale’, ci illustrerà i vizi ‘capitali’ che minano alla radice la possibilità di creare una ‘coscienza collettiva’, prodromo anche della rabbia sociale. L’interessante dibattito si terrà alle 22.00 in piazza Carime con la presentazione di Lino Patruno e l’intervento del professore di Sistemi di relazione tra Stato e confessioni religiose nel Mediterraneo all’Università Lum Jean Monnet di Casamassima, Francesco Alicino.

L’assessore regionale alle Opere pubbliche e Protezione civile Fabiano Amati e la professoressa dell’Università di Foggia Graziana Brescia, coautori del libro “Nel segno dell’acqua”, parleranno dell’importanza di questa preziosissima risorsa con un lungo excursus che va da Orazio a Ungaretti travalicando tempi e generi letterari diversi. Appuntamento alle 22.00 in piazza dell’Orologio. Interverrà l’assessore alle Infrastrutture e alla Mobilità della Regione Puglia Guglielmo Minervini.

La fragilità e lo smarrimento del genere maschile in questo periodo storico ed altre interessanti riflessioni di Iaia Caputo emergono dal libro “Il silenzio degli uomini”, temi del dibattito che alle 21.00 si terrà in piazza Carime con la giornalista Annamaria Ferretti e l’avvocato Maria Pia Vigilante, presidente di Giraffa, l’associazione cui è affidata la postazione regionale del numero verde anti-tratta.

Il magistrato Stefano Dambruoso nel suo “Un istante prima” ci spiegherà com’è cambiato il terrorismo fondamentalista dieci anni dopo l’11 settembre, una data che ha segnato la storia dell’Occidente e di tutti noi. Presenterà il libro il giornalista Nicola Mangialardi. Interverrà l’onorevole e avvocato Francesco Paolo Sisto (ore 23.00, piazza Carime).

Il vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati Gero Grassi parlerà in piazza S. Benedetto alle 20.30 del libro “Il sacerdote e il calzolaio –  dai cafoni di Puglia ai reali di Piemonte ai tempi dell’Unità d’Italia. Racconta delle difficoltà meridionali dopo la cacciata dei Borboni, la conquista delle colonie africane, la nascita dei primi partiti politici. Tutto questo con una retrospettiva storica e sentimentale che guarda alle radici dell’Unità d’Italia e alle origini storiche di Terlizzi. Presenterà la caposervizio politica di Bari Sera Mariateresa D’Arenzo.

Il libro “E se lavorassimo troppo?” scritto a quattro mani da padre e figlio, Nicola (rettore del Politecnico di Bari) e Marco Costantino, indaga sul mondo del lavoro e sull’evoluzione del rapporto tra il sistema di produzione capitalistico e il più importante dei fattori produttivi: l’uomo. Questo tema sarà al centro del dibattito delle 22.30 in piazza Carime con la presentazione del giornalista del ‘Il Corriere del Mezzogiorno’ Francesco Strippoli.

La raccolta di poesie “La polvere nell’acqua” del giornalista radiofonico Mario De Santis è al centro dell’incontro con Corrado Minervini alle 22.00 in vico Porto Raguseo. Si tratta di una raccolta poetica che narra, con misto di realismo e aperture visionarie, il paesaggio storico dei nostri anni con un richiamo alla grande lirica del ’900.

Il direttore del mensile ‘Il Carabiniere”, il colonnello Roberto Riccardi, presenterà il suo ultimo lavoro “La foto sulla spiaggia”, romanzo-dedica per milioni di morti senza sepoltura ad Auschwitz nel 1944. Durante l’incontro (21.00 vico Porto Raguseo, presenterà Elvira Spartano) ci sarà anche la proiezione del cortometraggio “Pro-memoria” a cura della scuola primaria G. Rodari di Polignano a Mare.

Le “Perle di rugiada” di Santa Fizzarotti Selvaggi sono dialoghi tra l’autrice e Padre Diego Pedone, biblista e Padre provinciale dei Frati minori di Puglia recentemente scomparso, che sfociano in un intenso confronto spirituale fatto di riflessioni e citazioni bibliche. Se ne discuterà alle 20.30 in piazza dell’Orologio (presenterà Giovanni Ramunni, interverranno Padre Mariano Bubbico e Michele Cristallo).

Ilaria Guidantoni, giornalista e scrittrice, utilizza l’espediente letterario del suo romanzo, “Tunisi, taxi di sola andata”, per aprire una finestra sulla recente rivoluzione del Paese nord africano. Presenterà l’incontro il giornalista Francesco Monteleone alle 21.00 in balconata S. Stefano.

Con il suo “50% di semola 50% di farina – I racconti del Borgo Antico”  la giornalista e saggista Ada Bagnato Ranieri ci farà assaporare i sentimenti umani, le persone e le donne comuni e vere attraverso le quali si assiste  all’intrecciarsi di tante vite nel borgo antico di una città ‘metropolitana’: Bari Vecchia. Incontro alle 21.30 in vico Porto Raguseo. Presenterà la presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Puglia Paola Laforgia, interverrà la Parlamentare Pd, Giusy Servodio.

La Bibbia dell’aspirante cittadino” è il titolo dell’interessante libro di Nicola Magaletti.  Appuntamento alle 21.30 in balconata S. Stefano. Presenterà Miki De Ruvo.

“Breve storia di una generazione” è una raccolta di esistenze incerte, culture di strada e performance hip hop che racchiudono i pensieri del rapper Gaetano Occhiofino (noto al pubblico musicale come tra i principali fondatori delle band Zona 45 e Pooglia Tribe). Si inseriscono in questa visione musicale i ritratti d’arte metropolitana di Michele Tansella. Appuntamento alle 22.30 in vico Porto Raguseo. Interverrà Livio Costarella.

Cristò, Marisa Vasco, Vito A. Loprieno, e Maria Pia Romano sono gli autori del libro a più voci “The end”, una raccolta di racconti basati sulla semplicità delle risposte agli interrogativi che, dall’inizio di questo fatidico anno, stanno tormentando gli uomini. L’incontro si terrà alle 22.00 in balconata S. Stefano con la presentazione di Leo Palmisano.

Il giovane scrittore di Alberobello Filippo Gigante è l’autore di “Bianco e nero” con l’interessante del protagonista Alex. Scopriremo di lui e della sua storia alle 22.30 in balconata S. Stefano con Giuseppe Palmisano.

Il regista Paolo Cilfone ci presenterà “Frames – suoni dal passato” alle 23.00 in vico Porto Raguseo. A partire da una storia vera, il regista cerca di trasmettere, in soli 5 minuti, i sentimenti di una donna ed il suo processo di rinascita. Presenterà Leo Palmisano.

‘Solo ritorno’, libro del giornalista tarantino Angelo Di Leo, verrà presentato da Piero Massafra alle 23.00 presso la Balconata S. Stefano.

Di filosofia si parlerà nell’incontro con gli autori Annalisa Caputo e Michele Bracco con il loro “Nietzche e la poesia”, alle 23.30 balconata S. Stefano, con la presentazione di Nicola Tenerelli.

Spazio dedicato ai bambini anche nell’ultima serata del festival. Alle 20.30 in piazza Carime Paolo Comentale, direttore artistico del Granteatrino Casa di Pulcinella di Bari, farà conoscere il suo libro “George e Marco” e la simpatica lepre che è la protagonista di una storia per tutti quelli che hanno ancora una ferita, piccola o grande, nel cuore.

Fino a domani sarà possibile visitare le mostre permanenti che faranno da cornice visiva all’evento. Le tavole illustrate di Manuela Trimboli tratte da “Pacobiclip e altri racconti” di Enzo Quarto nel centro culturale ‘u Castarill’ nella piazzetta F. M. Perotti. E poi la mostra “Whitecolor, il bianco come poetica della tradizione pugliese” a cura di Marica Longano, allestita in sala stampa (portico di via Mulini).

Il festival, organizzato anche quest’anno in tavole rotonde sui temi dell’economia, dell’ambiente e del diritto al lavoro, è anche vetrina per le best practice nel campo della sostenibilità convertita in cultura: fino a domani, dalle 17.30 alle 19.30 in piazza dell’Orologio, sarà promossa l’iniziativa ‘Ciclo, riciclo e leggo. Portaci la tua vecchia bici inutilizzabile e ti regaliamo un libro’ dell’assessorato alla Mobilità della Regione Puglia in collaborazione con EMS – Ente Modelli Sostenibili e Associazione Facciamoloinbici.

© Riproduzione riservata 13 Luglio 2012