aggiornato il 15/10/2012 alle 14:23 da

Scuole senza manutenzione e carta igienica

Rodari_esternoRiceviamo e pubblichiamo una nota del movimento 5 stelle:

POLIGNANO A MARE -Se i genitori, costretti a dover pittare con le proprie mani le aule delle scuole dei figlioli, erano fortunatamente coperti da assicurazione, “poiché quei lavori rientravano in un progetto approvato nel Consiglio di Circolo” – come ci ha prontamente rassicurato la Direttrice Beatrice De Donato – di certo non sono coperte tutte le altre spese quotidiane … come carta assorbente, sapone per le mani etc..) indispensabile per mandare avanti una scuola in maniera  dignitosa (ma) dal Comune non arriva un centesimo. Sarebbe interessante prendere visione del Piano Esecutivo di Gestione dell’Assessore alla Pubblica Istruzione in modo da vedere quanti fondi sono stati stanziati per la scuola e come si intenda utilizzarli. Proproniamo all’Ass. alla Pubblica Istruzione di fornire subito i 3 istituti di un piccolo budget (ad. esempio € 3000,00 per istituto) da poter utilizzare per quegli interventi di manutenzione ordinaria. Oggi in caso di rottura di una maniglia la scuola è costretta ad anticipare i soldi per la riparazione (e) poi chiedere il rimborso all’Amministrazione. Un’ulteriore vicenda che merita attenzione è quella relativa ai 16.000 euro che l’Amministrazione Bovino, nel lontano 2007, recuperò per realizzare una pensilina alla Scuola Rodari (così da evitare) che i gradini d’ingresso diventino scivolosi e pericolosi nei giorni di pioggia. Ad oggi la pensilina non è stata ancora installata e la domanda che poniamo, dunque, ai consiglieri di opposizione (allora maggioranza) ed al consigliere Salvatore Colella (che detiene la delega ai “Lavori Pubblici”) è la seguente: che fine hanno fatto quei 16.000 euro?

© Riproduzione riservata 15 Ottobre 2012