aggiornato il 24/10/2012 alle 18:37 da

Baby sindaco e baby giunta, ma servono? Ed a cosa?

48.baby_Sindaco_Bovino-_VittoPOLIGNANO –  RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO UNA NOTA DEL CONSIGLIERE COMUNALE EUGENIO SCAGLIUSI: Le scuole di Polignano alle prese con la “Festa di Halloween”

Tempo fa, a far data dal Settembre del 2007, la Presidenza del Consiglio Comunale si rese promotore dell’iniziativa “Il Consiglio Comunale dei Ragazzi” che prevedeva – tra l’altro, ma non certo come attività principale – la elezione del “Baby Sindaco”. Si trattava di un progetto formativo, inserito a pieno titolo nel Piano di Offerta Formativa delle direzioni scolastiche.Nel tempo, l’iniziativa sembra aver perso l’impostazione iniziale.Così, nulla è dato di sapere sui percorsi formativi civici destinati ai nostri ragazzi. Ci siamo solo accorti, tutti, che il Baby Sindaco era diventato un fenomeno di costume, al punto che ormai da anni nonv’è cerimonia, civica o religiosa, cui esso non viene invitato.Ad ognuno la propria opinione a riguardo, certo. Ma mai ci saremmo aspettati – attualità di questi giorni – che Consiglio Comunale dei Ragazzi e Baby Sindaco (scelto da poco) venissero utilizzati a margine dell’organizzazione di una scolastica “Festa di Halloween”,per altro fuori dai locali scolastici (!). Mi pare, a questo punto, che si richieda una riflessione seria, aperta e franca. Perchè mentre l’adesione a qualsivoglia “Festa” appartiene alla libera scelta di ognuno, nel momento in cui il soggetto promotore è l’istituzione scolastica la cosa si complica, se non altro perché il “diversopensiero” finisce, con i ragazzi, con il creare pericolose discriminazioni.L’occasione serva alla politica – in particolare all’Assessore competente, Marilena Abbatepaolo – per riflettere e valutare sulruoloe sulla finalità dell’iniziativa del “Consiglio Comunale dei Ragazzi” ,rivendicandone quantomeno l’attivo coinvolgimento nelle iniziative formative.

 

© Riproduzione riservata 24 Ottobre 2012