aggiornato il 08/01/2013 alle 9:22 da

I Magi a cavallo chiudono la 4° edizione del presepe vivente

POLIGNANO – I Magi a cavallo chiudono l’edizione da 7 mila presenze 7000 presenze oltre a tantissimi bambini, sono il consuntivo della 4° edizione del Presepe Vivente, presso laMasseria di Madonna di Grottole sulla S.P. 166 Conversano San Vito nel comune di Polignano a Mare.Evento organizzato dalla Parrocchia Santa Maria Assunta di Polignano, in collaborazione con l’emittente Radio Incontro, la Fondazione Maria Rossi e i commercianti di Polignano. E con il patrocinio del Consiglio Regionale della Regione Puglia, dell’Assessorato alla Cultura della Regione Puglia e del Comune di Polignano a Mare. La manifestazione si conferma così tra le più visitate nella provincia di Bari, in appena quattro serate di messa in scena, nella splendida location del complesso ipogeo di Madonna di Grottole.Nel giorno dell’Epifania gran chiusura con i Re Magi a cavallo interpretati da Domenico Benedetti, Antonio Teofilo e Cristian José Incio. All’interno del sito, ai piedi della Natività, i Magi hanno emozionato ed incantato. Oltre 150 comparse e decine di volontari, hanno reso possibile questa edizione, aprendo al pubblico decine di grotte ipogee scavate nei millenni dall’uomo, e conservate nel tempo grazie all’opera della Fondazione Maria Rossi. Molto apprezzata quest’anno la famiglia che ha interpretato la Natività nell’edizione 2012 del Presepe Vivente. Una famiglia di origine Etiope da cinque anni residente a Polignano. Si tratta di Johannes Hahamed (37 anni), di sua moglie Weiny (29 anni) e del loro piccolo Federico di soli sei mesi. La coppia ha anche un altro figlio, Iob, di otto anni.Natività ospitata nella cosiddetta “Grotta dell’Albero” nel complesso Ipogeo di Madonna di Grottole, già fotografata per la rivista National Geographic e che ha fatto la differenza tra visitatori entusiasti. Dichiarazione di Don Gaetano Luca, parroco chiesa Matrice Polignano:“Sento il dovere di ringraziare quanti hanno reso possibile questo evento nella gioia della nascita di Nostro Signore Gesù Cristo. La Fondazione Maria Rossi, le Istituzioni e sopratutto tutti i volontari e le comparse, senza i quali nulla sarebbe stato possibile. Grazie a chi si è donato, e a chi ha donato tempo, materiali, alimenti e animali, per rendere al meglio la rappresentazione, che non poteva avere riconoscimento maggiore se non nelle migliaia di visitatori”.

I_Re_MagiNativit_2012Gente_in_visita

© Riproduzione riservata 08 Gennaio 2013