aggiornato il 05/08/2010 alle 16:50 da

Polignano – Monopoli, giù le mani dall’Incina

POLIGNANO – E’ stata una mera svista oppure a distanza di 300 anni le autorità comunali di Monopoli ci hanno riprovato ad impadronirsi di Cala Incina? Tra gli amanti ed i cultori di storia patria non si è ancora spenta l’eco della tremenda lite giudiziaria che per una trentina d’anni oppose Polignano e Monopoli e della quale rimangono una serie di cippi a testimonianza dei nuovi confini tra le due comunità decise dai giudici. Quella lite la vinsero i polignanesi che, evidentemente, non la dimenticano poiché tra giudici ed avvocati furono economicamente dissanguati. La settimana scorsa, in concomitanza col le riprese del film di Checco Zalone, dal Comune di Monopoli venne piazzato un cartello che indicava l’Incina, appunto, come proprio territorio. L’assessore Raffaele Scagliusi appena ha visto il cartello lo ha strappato letteralmente dal palo, poi ha chiamato il collega di Monopoli e lo ha invitato a riprenderselo presso il Comando della Polizia Municipale di Polignano. “Dopo 300 anni ci volevano riprovare -ha detto l’assessore Raffaele Scagliusi- ma io non ho soldi da spendere in avvocati, è meglio che lo sappiano. Preferisco fare a modo mio … Vicini avvisati, vicini salvati ..”

© Riproduzione riservata 05 Agosto 2010

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento