aggiornato il 07/08/2015 alle 22:00 da

Bracciante morto sul lavoro. Si procede con l’autopsia

IMG-20150807-WA0001Aggiornamento del 08-08-2015 ore 06:00 – Polignano- E’ stata eseguita nella tarda mattinata di venerdì, presso l’Istituto di Medicina legale del Policlinico di Bari, l’autopsia sul corpo di Ben Hasine Zakaria, bracciante agricolo 52enne tunisino, morto martedì scorso nell’azienda agricola Galluzzi in territorio di Polignano a Mare. Nel pomeriggio di giovedì il pubblico ministero Grazia Errede ha affidato l’incarico al prof. Francesco Introna il quale deve stabilire le cause del decesso e se queste possano essere messe in relazione con un eventuale infortunio sul lavoro. Stando alla ricostruzione effettuata dalle Forze dell’Ordine, l’uomo si è sentito male alla fine del turno di lavoro all’interno dell’azienda. Inoltre risultava avere un regolare contratto. Tutta la documentazione è stata acquisita su input dell’Autorità Giudiziaria inquirente per essere passata al vaglio dagli investigatori.

POLIGNANO – Morte bianca sul lavoro. Un bracciante agricolo è morto per cause in corso di accertamento mentre lavorava alle dipendenze del titolare di un noto magazzino ortofrutticolo di Polignano. L’uomo, molto conosciuto in paese, sembra sia stato colto da un improvviso malore. Nonostante la tempestività dei soccorsi, l’operaio non ha superato la crisi. Lascia la moglie e quattro figli. L’Autorità Giudiziaria ha predisposto perizie ed esami sul corpo della vittima. Già per domani sono attesi i primi svilupppi.

© Riproduzione riservata 07 Agosto 2015