aggiornato il 20/09/2015 alle 12:47 da

Carcassa delfino in spiaggia

Carcassa delfino in spiaggia  2

POLIGNANO A MARE – Sabato pomeriggio, intorno alle 16:40, la carcassa di un delfino è stata vista galleggiare nel bel mezzo dello specchio d’acqua antistante la lama Monachile. Alcuni bagnanti, che sguazzavano in acqua poco distanti dalla carcassa in decomposizione, un po’ impressionati hanno pensato di tirarla fino a riva ed allertare i vigili urbani. Senonché dopo alcuni minuti i resti del delfino iniziavano ad emanare una puzza nauseabonda che finiva per dirottare i bagnanti a Cala Paguro. I vigili intanto, allertata la Capitaneria di Porto e la Tecknoservice, provvedevano ad effettuare un sopralluogo intorno alle 18:00. Mentre in serata la carcassa era stata già rimossa.

Da ulteriori testimonianze, inoltre, abbiamo appreso che nella sua permanenza in acqua, la carcassa del delfino si sarebbe imbattuta in un gruppo di turisti in pedalò che, vedendo l’esemplare, avrebbero fatto dietro front terminando anticipatamente la propria visita di Polignano “by sea”. 

Molto probabilmente si tratta del delfino morto ritrovato dal dott. Carlo De Luca in una grotta sotto Chiar di Luna. La presenza dei resti del cetaceo, visibile in un video pubblicato dallo stesso De Luca sulla sua pagina Facebook, come riferivamo qualche settimana fa su Faxonline.it, era stata segnalata alle autorità competenti per la rimozione. Ma nè la Capitaneria nè altri enti avevano ancora provveduto alla rimozione della carcassa ormai in avanzato stato di decomposizione. Fino a che sabato pomeriggio le correnti ne hanno portato alla luce i resti che, in seguito alla dinamica riferita sopra, sono diventati rifiuto speciale.

 

 

© Riproduzione riservata 20 Settembre 2015