aggiornato il 08/05/2014 alle 19:02 da

De Niro indossa il Vecchio Frak di Domenico Modugno

Robert-de-NiroPOLIGNANO – La prosima cittadinanza onoraria Polignano probabilmente potrebbe darla a Robert De Niro. Questa di seguito è la notizia appena battuta dalle maggiori agenzie giornalistiche e che domani sarà sulle prime pagine dei maggiori quotidiani: “Robert De Niro potragonista del film ‘L’uomo in frac’. L’attore potrebbe interpretare, infatti, la pellicola di Pino Lanzillotti, con la sceneggiatura di Stefania Rossella Grassi, liberamente ispirata al brano ‘Vecchio Frac’ di Domenico Modugno. “C’è una trattativa aperta -spiega all’Adnkronos la sceneggiatrice Stefania Rossella Grassi, coregista della pellicola- tra la produzione del film e Danilo Mattei, il referente di Robert De Niro in Italia. Le riprese del film, inizialmente previste per questo giugno, slittano nei primi mesi del 2015. De Niro dovrebbe interpretare il ruolo del protagonista, un cantante degli anni ’60, che raggiunti i 60 anni di età, si ammala di carcinoma alla gola. La sua voce si spegne. Interrompe così i rapporti con la famiglia e vive aiutato dal comune di Polignano a Mare, dove viene ambientato il film, e della Caritas. In questo modo – agginge la sceneggiatrice- il paese diventa musica nella musica, un mondo di suoni che fa da controcanto ad una voce che non si spegnerà mai, quella di Domenico Modugno”. Il progetto del film, firmato dalla MegaSystemCinema, ha lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’argomento ‘Popolarità e buio, l’indigenza di un artista’, raccontando la storia di chi, una volta superato il successo, si ritrova a combattere con la vita di tutti i giorni, in povertà e dimenticato dai più. I diritti d’autore ed i proventi del brano dei titoli di coda, scritto dall’ex chitarrista e voce dei New Trolls Vittorio De Scalzi, saranno devoluti a ‘Casa Jannacci’, centro d’accoglienza di Milano”.

© Riproduzione riservata 08 Maggio 2014