aggiornato il 28/11/2012 alle 15:53 da

Fondazione Pino Pascali: attività didattica 2012

POLIGNANO – Con la fine della mostra Cinque bachi da setola e un bozzolo si è conclusa anche l’attività didattica 2012 della Fondazione Museo Pino Pascali che ha acquisito forza e inventiva da quando il museo si è trasferito nell’ex mattatoio di Polignano a Mare, in via Parco del Lauro 119.
Il museo è luogo vivo, aperto alla città e al suo territorio, alla relazione, alla partecipazione e al coinvolgimento che partendo dai bambini raggiunge gli adulti. Per questo motivo la Fondazione Pascali ha ospitato sin dal 1 giugno 2012, data di apertura della nuova sede, conferenze, presentazioni di libri, concerti e soprattutto workshop e visite guidate dedicati ai giovani e giovanissimi.

L’attività didattica è iniziata il 29 agosto 2012 con il progetto POR della Comunità Europea (obiettivo C5) “Organizzare eventi di arte contemporanea”. Il progetto è durato quasi quattro settimane e ha interessato 15 studenti del Liceo Artistico “Vincenzo Ciardo” di Lecce, selezionati su criteri di merito, per un percorso formativo a stretto contatto con l’arte contemporanea.

Durante le mostre Cinque bachi da setola e un bozzolo (14 settembre – 25 novembre), Est/Ovest – Un dialogo tra Puglia e Montenegro (14 settembre – 14 ottobre) e Contaminazioni. Pino Pascali e il cinema anni ’60 (20 ottobre – 18 novembre) hanno partecipato ai laboratori circa 900 alunni delle scuole dell’infanzia e scuole primarie di Polignano a Mare e di alcune scuole medie inferiori e superiori della provincia di Bari.

Ai ragazzi in visita al Museo sono stati mostrati opere e video dell’artista selezionati privilegiando l’aspetto ludico e creativo. I bambini delle scuole primarie hanno colorato riproduzioni di disegni di Pascali per poi portarli con sé a fine laboratorio come ricordo della mattinata.
Per l’inaugurazione della mostra didattica Contaminazioni. Pino Pascali e il Cinema anni ’60 si è deciso di invitare le ultime classi del liceo artistico di Monopoli che hanno visitato l’esposizione guidati dalla curatrice.

A conclusione della didattica per il 2012, il 24 novembre si è tenuto un Workshop intitolato Un intreccio di percorsi paralleli: l’Arte Contemporanea e il Cinema, evento creato in collaborazione con l’Università degli Studi di Bari e che ha ospitato 40 tra studenti universitari e pubblico.
Il calendario delle attività didattiche per il 2013 è già ricco e coinvolgerà le scuole di tutta la provincia per promuovere la figura dell’artista Pino Pascali, l’attività del museo e l’arte contemporanea.

fondaz.pino_pascali2fondaz.pino_pascalifondaz.pino_pascali3

© Riproduzione riservata 28 Novembre 2012