aggiornato il 08/10/2013 alle 12:29 da

Targa Crocefisso, il 17 a Villa Anthos elezione delle miss

IMG 5406POLIGNANO – Si correrà il 20 ottobre la 64° Targa Crocifisso. Slittata di un mese rispetto alla data in calendario nell’estate. Il perché è sempre lo stesso. Trovare i soldi che servono. In conferenza stampa sia il sindaco, sia l’assessore allo sport, hanno voluto ringraziare la Polisport di Nicola Pellegrini e Peppino Coda che anche quest’anno non hanno fatto mancare la tradizione legata alla Targa. 140 chilometri da percorrere cinque volte sul classico circuito delle grotte. “Non si passa dagli altri comuni – ha detto Pellegrini – perché si toglie spettacolo a Polignano. La facciamo soffrendo per passione dello sport. Se salta un anno non si farà più”. Una gara del genere costa tra i 20 e i 25 mila euro. “Circa 15mila euro sono stati già trovati con gli sponsor – ha spiegato il sindaco e poi anche Pellegrini – altri soldi speriamo arrivino fino al 20 ottobre, poi arriverà il contributo della Provincia. Il resto sarà coperto dal Comune”. Chiediamo come mai per la Polimnia non c’è stato lo stesso impegno. “Si fanno delle scelte – risponde Vitto – 50 mila euro per un campionato sono troppi. Mettiamo lo stesso contributo tra Targa e Polimnia, in questo momento che la gente chiede di mangiare anziché vedere una partita di calcio, preferiamo investire nei servizi sociali”. Poi lo stesso sindaco annuncia che in bilancio ci saranno incentivi per chi acquista biciclette. Per la Targa arriverà il campione italiano, nato ad Altamura, Paolo Colonna (pupillo di Gasarre), prossimo professionista. Manifestazioni collaterali. Il 13 ottobre ciclo passeggiata fino alla masseria Crocifisso dove saranno benedetti i trofei. Il 17 saranno elette le quattro miss presso villa Anthos. Miss Polignano che l’anno scorso era Carmen L’Abbate presente in conferenza stampa, Miss Villa Anthos, Miss Divella e la novità di Miss Evolution. Nicola Pellegrini lavora anche per far passare il giro d’Italia 2014 da Polignano durante la prevista tappa Bari Taranto. Prima di allora, il 20 ottobre si corre la Targa, con circa 100 corridori di squadre provenienti dall’Abruzzo in giù. I soldi che servono se ne vanno tutti in rimborso spese, vitto e alloggio per le squadre.

© Riproduzione riservata 08 Ottobre 2013

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento