aggiornato il 07/08/2015 alle 18:54 da

Consiglio, 5 ore per due punti. Ma erano sull’edilizia

DSC 0004POLIGNANO- Il consiglio comunale celebrato il 7 agosto sostanzialmente per l’approvazione del bilancio di previsione 2015 ha visto per tutta la mattinata giunta e consiglieri dibattere (nella maggior parte dei casi a solo beneficio della telecamera) e concentrare l’attenzione sui primi due dei 15 punti all’ordine del giorno. Un confronto indubbiamente proficuo che, dalle 9:30, si è protratto fino ad oltre le 14:15. Ad impegnare l’assise cittadina la verifica della quantità e qualità delle aree e dei fabbricati da destinare alla residenza, alle attività produttive e terziarie (punto approvato con 9 voti favorevoli, 3 contrari, 2 astenuti e 3 assenti) e l’approvazione del programma delle opere pubbliche per il triennio 2015-2017. Rispetto al primo punto la questione che ha acceso gli animi è stata principalmente quella relativa alla presunta assenza di programmazione della viabilità della zona B, mentre è stato soprattutto il secondo punto all’odg che ha tenuto fermi i lavori per oltre quattro ore. I consiglieri di opposizione Bovino, Maringelli e Scagliusi (che ad inizio lavori evidenziavano l’ennesima “mancanza di rispetto e di professionalità” nel convocare i consigli comunali sempre la mattina, non permettendo neanche alla cittadinanza di potervi assistere) infatti hanno fatto il pelo e contropelo circa i lavori pubblici (ed il loro finanziamento) previsti nel programma triennale 2015-2017 alimentando un acceso dibattito pieno di divagazioni (rispetto all’odg), elogi del nostro bel paese, assunzione di meriti e rimpallo di responsabilità tra amministrazioni passate e presenti. Forse è anche per questo modus operandi che le sedie del pubblico erano pressoché vuote. Del resto anche nel corso della stessa discussione è stato fatto rilevare come ai comuni cittadini non interessa che un determinato pasticcio l’abbia creato l’amministrazione di Tizio o di Caio. L’importante è che chi è in quel momento ad amministrare il paese risolvi il problema.

© Riproduzione riservata 07 Agosto 2015