aggiornato il 27/10/2012 alle 10:10 da

L’Abbate, rifiuti e strumentalizzazioni

camion_fermi_discaricaPOLIGNANO – Pubblichiamo integralmente la nota inviataci dall’ass. alla PM nonché v. sindaco Paolo L’Abbate.

In questo comunicato stampa, vorrei dettagliare sulla situazione di emergenza rifiuti che si è venuta a consolidare nello scorsa settimana, anche perché ho potuto constatare che la medesima è stata oggetto di inutile strumentalizzazione mediatica. Innanzitutto voglio informare i cittadini che tale emergenza rifiuti, se così la possiamo definire visto e considerato che molti cittadini non si sono nemmeno accorti del disservizio che ci è stato arrecato dal sequestro delle due vasche della discarica di Conversano, non è pertanto dipesa dall’operato della nostra amministrazione. All’uopo vorrei precisare che l’Amministrazione non ha ritenuto opportuno creare allarmismi in termini igienico-sanitari, scelta peraltro condivisa anche da altri comuni, anche perché la situazione era e lo è tuttora sotto continuo e costante monitoraggio da parte della amministrazione ed in particolar modo dal Sindaco Domenico Vitto, che grazie ai suoi contatti in Provincia e Regione, ha rivestito un ruolo non solo istituzionale, bensì un ruolo attivo e decisivo nella soluzione estemporanea del problema rifiuti. Ci è sembrato alquanto inopportuno vietare i cittadini di conferire i rifiuti indifferenziati nei cassonetti, visti gli ultimi aumenti della TARSU, con provvedimenti che hanno avuto scarsa efficacia in passato. Purtroppo le periferie hanno subito qualche disagio in più, in virtù dell’iter procedurale della Tekoservice che inizia il lavoro di svuotamento dei cassonetti dal centro per poi diramarsi nelle varie periferie. Quindi per qualche giorno non è stato possibile pulire le periferie in quanto tutti i compattatori disponibili erano completamente pieni. Tuttavia, in questa circostanza è opportuno ribadire la collaborazione dell’attuale gestore Teknoservice che ha messo a disposizione ben 5 compattatori, che già da soli riescono a tenere pulito il nostro comune per 2-3 giorni, e soprattutto un compattatore a semirimorchio di notevoli dimensioni, adagiato temporaneamente in uno spiazzale in via Pompeo Sarnelli, direzione Monopoli, il quale ci garantirebbe un’autonomia di ulteriori 3-4 giorni. Attualmente il PM ha disposto la facoltà d’uso di una delle due vasche della discarica di Conversano, portando temporaneamente il ciclo dei rifiuti alla normalità.

Inoltre, per quanto concerne la gara d’appalto dei rifiuti, ad oggi possiamo dire che la ditta Sieco si è aggiudicata provvisoriamente la gara, scongiurando il problema degli ARO (Ambiti di Raccolta Ottimali) e non ATO ormai inesistente, previsti dalla legge regionale n.24/2012, come erroneamente riportato su qualche giornale. Tuttavia, dalla data di aggiudicazione provvisoria devono trascorrere 35 gg per poter effettuare l’aggiudicazione definitiva. Questo lasso di tempo ci sarà utile per poter effettuare tutti i controlli del caso. Pertanto è molto probabile che ci sarà una proroga alla Tekonservice per le mensilità di novembre e dicembre, in modo da far coincidere il nuovo anno con la eventuale nuova gestione. Fino alla aggiudicazione definitiva, non è possibile prendere visione dei progetti delle ditte coinvolte nella gara, pertanto tutto quanto viene scritto in merito è frutto di pura fantasia mediatica.

Paolo L’Abbate – Assessore alla P.M. e Vicesindaco

© Riproduzione riservata 27 Ottobre 2012