aggiornato il 22/06/2013 alle 10:41 da

La destra s’è desta

wt-GRILLINI S BENEDETTOPOLIGNANO-Il centrodestra si sveglia dal torpore e si riscopre opposizione. E lo fa per mezzo della sua forza extraconsiliare di Fratelli d’Italia guidata dal capogruppo Nico Messa che, “prontamente”, redarguisce l’Amministrazione, rea di non aver ancora attuato il “Piano Anticorruzione” scaduto lo scorso 31 marzo. “Ci fa piacere che anche i partiti si accorgano delle istanze dei cittadini e sposino finalmente le nostre battaglie – dichiarano gli Attivisti del MoVimento 5 Stelle di Polignano – Sulla questione ci siamo mossi, a tempo debito, ben tre mesi fa chiedendo all’Amministrazione quale fosse lo stato di avanzamento per l’attuazione del Piano triennale Anticorruzione. Uno strumento che noi riteniamo fondamentale per combattere questo malcostume che ha già causato e continua tuttora a causare danni alle nostre realtà locali e nazionali e che prevede, al suo interno, anche la rotazione di impiegati e dirigenti nelle funzioni ad alto livello corruttivo.L’Amministrazione ci ha risposto, illo tempore, che la questione era alla loro attenzione e che ci avrebbe lavorato quanto prima, per mettere il nostro Comune in regola”. “Ma se da un lato ci fa piacere che il centrodestra sia nuovamente desto, appare quantomeno assurdo che siano loro gli stessi protagonisti della scorsa amministrazione a rinfacciare la trasparenza a Vitto & Co. – continuano gli Attivisti del MoVimento 5 Stelle di Polignano – da veri campioni dell’antitrasparenza, per citarne il più eclatante, hanno realizzato un sito istituzionale a ridosso delle elezioni comunali del 2012 con la modica cifra di 30.000 euro. Un sito che ha tuttora bisogno di interventi ed implementazioni! Non ci siamo dimenticati delle innumerevoli segnalazioni fatte all’Amm. Bovino su cui attendiamo ancora risposta. Non ci siamo dimenticati che lo Statuto inserito online è meno della metà di quello previsto e dopo un anno e mezzo nessuno ci mette mani. Non ci siamo dimenticati del disordine di inserimento delle delibere e delle determine. Non ci siamo dimenticati delle delibere inserite senza gli allegati”.

© Riproduzione riservata 22 Giugno 2013