aggiornato il 07/11/2013 alle 23:00 da

Il Pd replica a centrodestra

IMG 984RPOLIGNANO – Aggiornamento del 08/11: Riceviamo e pubblichiamo una nota del segretario Scagliusi e del capogruppo Lofano in risposta al comunicato stampa inviato la settimana scorsa dal centrodestra polignanese e pubblicato su Faxonline.

Avremmo voluto evitare ancora una volta di rispondere alla minoranza in una poco edificante querelle tutta personale contro il Presidente del Consiglio e l’Assessore all’Urbanistica Abbatepaolo.
 
Una minoranza deludente, senza argomenti e con affermazioni al limite della decenza, che dispensa giudizi in pagella a destra e a manca con accuse ed offese gratuite, futili e inutili.
Questa minoranza vuole solo finire sui giornali, attaccando pesantemente nel personale il Presidente del Consiglio, costretto a barcamenarsi in una “confusione insopportabile” generata proprio dalla minoranza stessa, un Presidente reo solo di essere troppo tollerante nei confronti del loro comportamento irriverente e fuori da tempi e modi dettati dalle regole dello statuto.
Una minoranza mediocre il cui unico interesse sono la propria immagine e il sensazionalismo giornalistico, evitare il dibattito serio e costruttivo, impedire che il Governo cittadino possa amministrare questa città.
Una minoranza che scambia strumentalmente l’operosità fruttuosa di alcuni delegati con una sorta di accaparramento del potere, di sostituzione di ruoli ed incarichi dimenticando che siamo un’Amministrazione di coalizione e che in piena democrazia non ci sono accentramenti di potere nelle mani di un unico amministratore.

Non si può gettare fango sulla dignità umana ed istituzionale. È un comportamento, quello della minoranza, che non paga. E i cittadini che oggi ci chiedono di rimanere al nostro posto, andare avanti e amministrare con la competenza e trasparenza dimostrate sono una grande maggioranza nel paese.

Prendiamo le distanze da questo modo becero della minoranza di fare politica. Le polemiche e gli insulti non ci appartengono. La volontà di fare, e di fare bene per il paese, per lo sviluppo sociale, culturale ed economico, invece, ci tiene uniti.
Il segretario del PD Domenico Scagliusi
Il capogruppo PD Tina Lofano

31/10: Riceviamo e pubblichiamo una nota dei consiglieri comunali di centrodestra Eugenio Scagliusi, Dino Lamanna, Angelo Bovino e Matteo Colella sull’esito dell’ultimo consiglio comunale e la sua gestione da parte della maggioranza.
Celebrato a Polignano un ennesimo consiglio comunale, come ama dire il Presidente del Consiglio Modesto Pellegrini. Cominciamo proprio da lui per accusare, ormai formalmente, la sua conclamata incapacità di guidare i lavori consiliari. Confusione insopportabile, accavallamentto di voci ed interventi che vanno sempre fuori dall’Ordine del Giorno, con trasformazione delle dichiarazioni di voto in lunghi interventi di replica che, se provenienti dalla maggioranzza, non vengono mai interrotti. Il peggior presidente che Polignano ricordi dal 1993 ad oggi. Pari a lui, per inconsistenza,  l’assessore all’Urbanistica, Giovanni Abbatepaolo, che continua a consentire che altri relazionino al suo posto sulla variante urbanistica (punto 2 all’OdG) necessaria per approvare il progetto della nuova pista ciclabile. Una intera maggioranza serva del consigliere Salvatore Colella (che si vanta della sua presenza in consiglio da quasi 40 anni!), al quale vengono ormai  riconosciute nell’indifferenza generale le funzioni di sindaco, presidente del consiglio, assessore e finanche capo cantiere!
Argomento, quello della pista ciclabile, che dimostra quanto sia grossolana l’attività amministrativa. Altro che “messa in sicurezza” della pista già esistente su Via San Vito! La maggioranza si approva un progetto completamente nuovo che costerà, per appena un chilometro di pista, ben 1.600.000 euro. Sarà forse una pista d’oro e d’avorio?! La verità la coglie addirittura il consigliere di maggioranza Focarelli: manca un serio orientamento politico e si vive alla giornata. Aggiungiamo: provando ad accontentare lo scontento di turno (in questo caso il delegato allla mobilità Franco Mancini).
Non si discute il punto sul PPTR, poichè in giornata la Regione ha riadottato la delibera.
Ma c’è tempo per approvare qualche altra cosuccia da ordinaria amministrazione, come l’adempimento formale di verifica dei controlli interni  (di recente introduzione legislativa) e l’approvazione della convenzione per il Piano Sociale di Zona. Ultimo, l’adesione alla iniziativa “Dichiariamo Illegale la Povertà”, iniziativa dai fini nobili ma intrisa di becera demagogia del tutto priva di senso e contenuto.

Grazie per la collaborazione.

Eugenio Scagliusi, Dino Lamanna, Angelo Bovino e Matteo Colella.
consiglieri comunali

© Riproduzione riservata 07 Novembre 2013