aggiornato il 04/01/2014 alle 6:49 da

Vitto, conferenza di fine anno

DSCN7724POLIGNANO- Ecco il messaggio del sindaco Domenico Vitto comunicato in conferenza stampa.

Buongiorno a tutti. Vorrei cominciare ringraziando i giornalisti per la loro presenza. Un ringraziamento a tutti i consiglieri e gli assessori per l’attività svolta in questo primo anno e mezzo di amministrazione. Questo è stato un anno importante in cui abbiamo dato all’attività amministrativa il nostro indirizzo politico. A testimonianza di quanto sia stato ricco e prolifico l’anno trascorso vorrei citare alcune delle attività ammistrative di cui vado fiero. Per quanto riguarda i lavori pubblici sono state già cantierizzate e completate alcune opere importanti, come:

la scuola San Giovanni Bosco;

la sistemazione delle strade rurali;

il fotovoltaico sul tetto del comune;

la riqualificazione di lama monachile;

il rifacimento degli ingressi del paese;

la messa in sicurezza della palestra della scuola Rodari;

il museo comunale;

il parco giochi;

l’annosa questione dei sottovia (se ne parla da anni e oggi finalmente

possiamo vedere i primi risultati);

il consolidamento di Santo Stefano e della grotta palazzese.

Infine, non perché meno importante, il rifacimento del pavimento di piazza Aldo Moro. Su quest’opera vorrei soffermarmi un po’. Abbiamo visto in azione l’ormai conosciuta macchina del fango. Con polemiche strumentali hanno cercato di bloccare i lavori, facendo perdere tempo prezioso. Se penso che alcuni di loro (Bovino, Colella, Scagliusi,Lamanna) in passato, pur di dare l’incarico della progettazione della piazza, hanno venduto le proprietà del comune più importanti del centro storico, mi viene da sorridere, di un riso amaro. Amminstrare una comunità è una cosa seria. Quando erano al governo la piazza era una priorità, quando sono all’opposizione diventa un’opera da bloccare a tutti i costi. Qualche cittadino onorevole da Roma, giocando al piccolo archeologo sulla pelle dei polignanesi, ha denunciato presunte irregolarità di fatto smentite dal parere della sovraintendenza. Stando ai “si dice”, circolava qualcuno a raccontare la storiella della piazza bloccata per due anni. Mi domando quale sia il vantaggio per Polignano di avere due onorevoli.

SANTA BARBARA.

Per quanto riguarda l’archelogia, quella vera, dopo anni di degrado abbiamo riattivato gli scavi di Santa Barbara, gli abbiamo inseriti anche nei finanziamenti dei SAC e abbiamo dato la possibilità a parecchi turisti dl visitarli. E’ sotto gli occhi di tutti l’alta affluenza turistica, testimoniata dall’occupazione dei posti letto avuta nel 2013. Quest’anno si è verificata quella destagionalizzazione di flussi turistici di cui abbiamo tanto parlato in campagna elettorale. L’ufficio turístico è stato aperto da marzo ad ottobre per la prima volta e forse dovremmo in futuro prolungare 1l periodo di apertura. I chioschi informativi hanno svolto un ruolo importante.

MANIFESTAZIONI CULTURALI

ll cartellone delle manifestazioni estive è stato ricco e ha avuto apprezzamenti da più parti. A cominciare dalla manifestazione del “libro possibile”, sempre più importante per Polignano, passando per “Mareviglioso”, una festa recuperata da questa amministrazione che valorizza le tipicità del nostro territorio e che ha visto qualche migliaio di persone nei tre giorni, siamo riusciti a coinvolgere zone della città finora dimenticate. Ad esempio la valorizzazione di San Vito, con le quattro manifestazioni di alto spessore culturale. Non posso non citare “premio della città di Polignano a Mare, meraviglioso Modugno”. Nato quasi per scommessa, quando nessuno ci credeva. Grazie alla caparbietà di questa amministrazione siamo riusciti a mettere in piedi un evento che rischia di diventare uno dei pur importanti dell’intera Regione. Lo dimostrano i nomi degli artisti coinvolti e il numero delle presenze registrate (20,25 mila). Questo evento ha dato al nostro paese visibilità a livello nazionale. Bisogna anche ricordare la capacità di questa ammínistrazione nel reperire sponsorizzazioni che hanno reso possibile questo evento, senza intaccare le casse comunali.

PROMUOVERE lL PAESE

Da quest’anno abbiamo deciso di promuovere il nostro paese non solo nelle solite fiere nazionali ma anche in vetrine internazionali. Da Bruxelles a Utrecht, Polignano ha avuto e avrà un’enorme visibilità, per promuovere le bellezze del nostro paese e aiutare l’intero settore del turismo, sempre più in espansione.

STAGIONE TEATRALE

Abbiamo resuscitato la stagione teatrale, inserendo per la prima volta artisti locali. Stiamo cercando di valorizzare ancora di più il museo Pascali. Compatibilmente con la volontà della famiglia Modugno, vorremmo creare la “casa Modugno”, nel ricordo di un grande artista il cui nome può ancora dare molto a Polignano. Su questi temi vogliamo continuare ad investire. Il turismo e la cultura devono diventare il volano per lo sviluppo della nostra comunità.

SERVIZI SOCIALI

Una comunità non è degna del nome, se non aiuta chi è rimasto indietro. Con l’íntroduzione dei voucher lavoro, permetteremo a chi il lavoro l’ha perso di sentirsi utile e dare un contributo allo sviluppo della comunità. Abbiamo accolto nella nostra cittadina quindici immigrati, all’interno di un progetto ministeriale per l’integrazione. La mensa scolastica ha visto 20.000 euro di finanziamenti in più, per aiutare le famiglie che realmente hanno bisogno. Ho citato questi tre interventi che sono le punte di un iceberg, di un lavoro quotidiano che il settore dei servizi sociali svolge per aiutare i più deboli. E’ di stamattina la delibera di consiglio comunale nel proporre le osservazioni al PPTR. Di questo ringrazio il responsabile e l’Assessore dell’ottimo lavoro svolto. Abbiamo riattivato la progettazione della zona PlP, dando ai tecnici delle scadenze ben precise per l’approvazione. L’architetto Musa ha la responsabilità di coordinare i lavori per la progettazione del nuovo PUG. Nel bilancio abbiamo ridotto i costi degli oneri per le monetizzazioni e le aree standard del 2O%. Su segnalazione del responsabile dell’urbanistica abbiamo deciso di rivedere le assegnazioni della C2 e noto che quando si parla di urbanistica l’ex sindaco si agita, citando in articolo fantomatici amici di questa amministrazione. Se fosse vero, sarebbe la dimostrazione che il lavoro di questa amministrazione non guarda ai propri amici, ma all’interesse comune, a differenza del passato. Siamo a buon punto per quanto riguarda il piano delle coste. Sicuramente Polignano sarà il primo comune ad approvare il piano coste in consiglio comunale. Entro il mese saremo pronti ad andare in consiglio. ll nostro bilancio è perfettamente in equilibrio e, a differenza di tanti altri comuni, non ha previsto aumenti delle imposte, eccezione fatta per l’incremento della TARSU dovuto esclusivamente all’aumento del costo del servizio (tra l’altro, l’impostazione di questa gara non è stata voluta da questa amministrazione). C’è da dire, però, che rimanendo in regime TARSU abbiamo fatto risparmiare ai nostri cittadini 500.000 euro. Voglio anche ricordare che l’lMU in questa città è al minimo previsto dalla normativa (7.6 per mille). Sui rifiuti voglio prendere un impegno con i nostri cittadini la possibilità di rivedere l’impostazione di questa gara, perché con l’aumento della raccolta differenziata è giusto prevedere una premialità per chi ci permetterà di raggiungere buone percentuali di raccolta differenziata. Voglio ricordare ai politici esperti di ragioneria degli ultimi anni che mentre loro rinegoziavano i mutui indebitando i nostri concittadini, non si sono accorti di 800.000 euro di residui di mutui che non hanno mai speso. Questi soldi ci permetteranno di fare delle opere importanti. Questo, insieme ad altri interventi che per spazio non posso menzionare, è quello che di buono ha fatto l’Amministrazione.

LUCI E OMBRE (RlFlUTl E FRIZIONI MAGGIORANZA)

Oltre alle luci ci sono, come sempre, delle ombre. ll nuovo sistema di raccolta differenziata ha rappresentato un cambio culturale importantissimo per Polignano. Ci accorgiamo che sicuramente il servizio va migliorato, ma devo constatare con amarezza che alcuni cittadini forse non amano fino in fondo la nostra città. L’altra mattina, mentre mi recavo a prendere un amico da casa in una strada principale, mi sono ritrovato al cospetto di un divano. Questo il nostro paese non lo merita, non deve succedere! L’amministrazione si impegna a sanzionare chi non ama e non rispetta il nostro patrimonio ambientale. Altre ombre riguardano i capricci di qualche consigliere di maggioranza che, per smania di protagonismo, è quotidianamente sui giornali a criticare il nostro operato. Voglio dire con chiarezza che io non difenderò a tutti i costi questa poltrona, ho altre fonti di autostima nella mia vita. Andrò avanti finché i numeri me lo permetteranno, con responsabilità sulle cose che per me sono importanti, perseguendo l’interesse comune come ho sempre fatto. OFFESE SUI GIORNALI

Noto con molto rammarico sui giornali tante offese non sul piano politico ma personale. ll degrado del linguaggio di questa opposizione è al limite della volgarità. Mi accordo che persino chi ha rivestito la carica di sindaco, che dovrebbe quindi avere ancor più rispetto nelle istituzioni, utilizzaun linguaggio che non è consono ad un ex sindaco.

AUGURI DI NATALE Non vado oltre perche non voglio polemizzare, ma voglio concludere leggendovi i miei auguri di Natale e mi permetterà qualche filosofo della minoranza di ribadire un concetto. Natale non è solo il bue e l’asinello e i messaggi di auguri copiati dagli anni precedenti. Natale, per tutti, è prima di tutto la riscoperta del bene. (lettura del messaggio).auguri vitto

© Riproduzione riservata 04 Gennaio 2014