aggiornato il 15/01/2015 alle 9:28 da

Il Red Bull Cliff Diving torna in Italia

POLIGNANO – Il calendario della settima edizione della Red Bull Cliff Diving World Series è stato finalmente annunciato. Ad aprire la competizione mondiale di tuffi da grandi altezze sarà Cartagena, Colombia, che il 25 aprile farà il suo esordio assoluto con un trampolino inedito e mozzafiato sulla costa del Mar dei Caraibi. La seconda sfida, a metà maggio, avrà invece come sfondo La Rochelle, Francia, una delle location più amate e che nell’edizione 2013 ha ospitato il pubblico più numeroso della World Series con più di 70.000 spettatori. A seguire, a fine maggio, un salto oltre l’Atlantico fino al Texas per un tuffo dalle scogliere della Porta dell’Inferno nelle acque di Possum Kingdom Lake, la prima delle tre tappe della World Series 2015 a vedere gareggiare anche le donne.
Da giugno la competizione si sposterà in Europa, per la quarta tappa che sarà presto svelata. In luglio la quinta tappa è prevista davanti ai monoliti fenomenali di San Miguel nelle Isole Azzorre del Portogallo, che ospiteranno la seconda gara delle atlete del campionato mondiale. Nel mese di agosto il Red Bull Cliff Diving approderà poi per la prima volta in Bosnia, per mettere alla prova la piattaforma di Mostar: un tuffo nella tradizione di questo sport, con un salto dallo storico ponte Stari Most che dal 2004 ospita spettacolari gare di tuffi.

A settembre questo evento mozzafiato tornerà finalmente in Italia, a Polignano a Mare, la città che ha dato i natali al celebre Domenico Modugno, autore, fra l’altro, dell’indimenticabile capolavoro “Nel blu dipinto di blu” (meglio noto come “Volare”), e che da anni si aggiudica la prestigiosa Bandiera Blu per le sue meravigliose acque cristalline. Grazie alle sue suggestive grotte, che si affacciano sull’Adriatico, e al meraviglioso centro storico a strapiombo sulle scogliere, dopo cinque anni Polignano ospiterà nuovamente e per la terza volta la tappa italiana della Red Bull Cliff Diving World Series, che nel 2009 e 2010 ha visto saltare dal suo trampolino atleti di tutto il mondo. La città di Polignano a Mare è pronta ed entusiasta per questo ritorno.
“A nome della comunità locale – spiega il sindaco Domenico Vitto – esprimo piena soddisfazione per aver riportato a Polignano a Mare una manifestazione così prestigiosa. Red Bull ha premiato il nostro lavoro cominciato con pazienza e entusiasmo già un anno fa. E’ un evento che impreziosisce il nostro cartellone e che, in un’ottica di destagionalizzazione, ci propone all’attenzione di un pubblico e dei media nazionali e internazionali”.
“Red Bull Cliff Diving World Series – aggiunge l’assessore allo sport Daniele Simone – è un evento davvero unico nel suo genere perché abbina, in maniera esemplare, le straordinarie prestazioni agonistiche di atleti di livello internazionale con contenuti altamente spettacolari in una location d’eccezione qual è la nostra Polignano a Mare”.

Tuffi mozzafiato e trick di incredibile complessità sono dunque pronti a tornare in uno degli angoli della Puglia più belli e ricchi di storia, per ipnotizzare tutti gli appassionati di questa strabiliante disciplina e che per la prima volta in assoluto ospiterà la finale del campionato femminile.

Dalle acque azzurre di Polignano ai Paesi Baschi per la gara finale: dopo il grande successo dell’anno scorso, a fine settembre il ponte La Salve di Bilbao, Spagna, sarà sede per la competizione numero 50 della Red Bull Cliff Diving World Series, per celebrare un giubileo eccezionale sullo sfondo del Museo Guggenheim.

I fenomenali atleti del Red Bull Cliff Diving durante il tuffo in caduta libera da 27 metri (l’equivalente di un palazzo di 8 piani) possono fare affidamento solo sulla loro concentrazione, abilità tecnica e controllo fisico. In meno di tre secondi la gravità imprime alla caduta una forza tale da far raggiungere al corpo degli atleti una velocità di circa 85 km/h.
Dopo la vittoria di Orlando Duque nel 2009 e Artem Silchenko nel 2013, l’inglese Gary Hunt ha riconquistato il gradino più alto del podio per la quarta volta nel 2014, mentre l’americana Rachelle Simpson è diventata la prima vincitrice della World Series femminile sempre nel 2014.
All’inizio del mese di febbraio i maggiori talenti si batteranno in una gara di qualificazione per far parte della competizione di Cliff Diving più prestigiosa, che consacrerà nella tappa finale di Bilbao i cinque migliori atleti al mondo.

Red Bull Cliff Diving Polignao a mare 1Red Bull Cliff Diving Polignano a mare 3

© Riproduzione riservata 15 Gennaio 2015