aggiornato il 24/07/2011 alle 9:49 da

Ramunni sfiora l’impresa in Russia

pesoPOLIGNANO –  E’ stato il suo ultimo match dell’anno ma forse, per una serie di motivi, è stato il match più duro della stagione del pluricampione italiano FIKBMS Lelio Ramunni.

L’atleta di Polignano a Mare è appena rientrato da Mosca, dove sabato scorso ha partecipato a  uno dei galà internazionali più importanti al mondo con 2 titoli mondiali in palio e soprattutto la grande sfida RUSSIA VS RESTO DEL MONDO, in cui gli 8 atleti russi più forti in questo momento hanno affrontato gli 8 atleti più forti del resto del mondo provenienti da brasile, francia, portogallo, azerbajan, serbia slovacchia, marocco e Italia. A rappresentare la nostra nazione negli 81 kg è stato selezionato il nostro campione che, con questa convocazione, dopo i match in Grecia e Romania, dimostra ancora una volta di essere entrato a pieno titolo tra i fighter più forti e più importanti a livello europeo. E’ stato un match molto duro per l’italiano che ha afforntato il pluricampione mondiale Alexander Stetsurenko, atleta russo con all’attivo più di 130 match (più di 4 volte quelli di ramunni che ne ha solo 34), Nonostante il gap di esperienza e di preparazione che c’era tra i 2 fighter ramunni, come suo solito è partito all’attacco mettendo in seria difficoltà il russo nel primo round e spedendolo al tappeto con uno spettacolare high kick (calcio alto) in faccia. Stordito e scosso il russo ha continuato a subire gli attacchi di Lelio per tutto il primo round e anche per il secondo riprendendosi un pò solo nel finale di 2 round. Il 3 e 4 round invece si è svegliato Stetsurenko, complice anche un calo fisico di ramunni che aveva preparato un martch da 3 round e non 5 come gli è stato proposto 1 giorno prima dell’evento.  Il quinto round ha visto uno Stetsurenko rifiatare,, dopo il 3 e 4 al massimo , e un ramunni che ha risposto bene agli attacchi del russo. A detta di 2 giudici su 3 ramunni ha vinto 2 round e il russo 3, quindi vittoria di misura di Stetsurenko contro un ramunni che sfiora l’impresa di vincere in Russia, ma che comunque ha disputato un ottimo match mettendo addirittura ko nel primo round uno dei kickboxer più forti al mondo in questo momento nehgli 81 kg. “è stato un match durissimo, credo di aver vinto i primi 2 round, forse anche il 5, non so, però sicuramente lui ha attaccato di più e ha meritato la vittoria, mi dispiace solo per l’high kick al primo round, fosse stato più potente  sicuramente non si sarebbe rialzato più e avrei vinto il amtch per ko al primo round, sarebbe stato un risultato più che storico, ma sono contento comunque, è stata un’ottima esperienza da cui esco forgiato e ancora più convinto delle mie potenzialità. Coin questo match ramunni, atleta della pro fighting santeramo allenato dal maestro graziano lassandro, dimostra ancora una volta di essere il kickboxer pugliese più rappresentativo e sicuramente uno tra gli atleti italiani di cui la nostra nazione dovrebbe andar fiera, soprattuto all’estero.

© Riproduzione riservata 24 Luglio 2011

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento