aggiornato il 11/03/2013 alle 9:15 da

Polimnia, pari a Galatina

DSCF4696POLIGNANO – Formazione d’emergenza per il Galatina che deve fare a meno di ben 5 titolari tra infortuni e squalifiche per cui inserisce, nella formazione titolare, ben sette under, compreso il portiere. La Polimnia si schiera con Serrano tra i pali, in difesa con Lisi, De Luisi e Solidoro centrali e Ancona e Mazzilli esterni pronti ad appoggiare, in fase offensiva, il centrocampo che vede Turitto, Cassano e Martellotta.

Le punte sono Antonicelli e Lomelo. Un modulo, quello di mr. Mancini che prevede dei continui scambi di posizione dei calciatori. Inizia all’attacco la Polimnia ma la partita va avanti con entrambe le squadre in atteggiamento guardingo così al 45 il signor Giangregorio di Molfetta manda tutti negli spogliatoi sul punteggio di 0-0. Nella ripresa la polimnia entra in campo più determinata, alla ricerca della vittoria e al 49’ Cassano, su calcio di punizione dai 25 metri, colpisce in pieno la traversa. Un minuto dopo ancora Cassano, dal vertice destro dell’area di rigore, calcia una punizione in area; sulla mischia che ne scaturisce la sfera termina sui piedi di Solidoro che tira tra le braccia di Iurlo. Al 57’ Lomelo, in percussione sulla sinistra, semina il panico nella difesa bianco stellata, ma un’ottima diagonale di Marra sventa il pericolo bloccando il numero 11 ospite. Al 59’ una punizione di Cassano dal vertice sinistro dell’area, finisce tra le braccia dell’attento portiere del Galatina. Al 69’ Lisi scende sulla sinistra e serve Martellotta in area; tiro del numero 10, ed il portiere blocca con sicurezza. Due minuti dopo cross pericoloso di Turitto dalla destra, Antonicelli stacca ma colpisce male. I padroni di casa levano un under ed inseriscono uno dei titolari rimasto in panchina per acciacchi. Il Galatina esce dal suo torpore e sfiora il goal in un paio d’occasioni. Sistemate le marcature, però, è la Polimnia a tornare pericolosa. Al 79’ ripartenza di Antonicelli che entra pericolosamente in area. Il numero 9, stretto nella morsa di due difensori, calcia ma non trova la porta. All’80’ azione Turitto – Cassano – Turitto. Cross di quest’ultimo per Antonicelli che svirgola a due metri dalla porta.

All’82’ l’arbitro espelle per somma di ammonizioni il giocatore Prinari del Galatina. Il Polimnia cerca di sfruttare la superiorità numerica, ma i padroni di casa si chiudono a riccio. Al 94’ l’ultimo brivido: Mastrangelo in posizione defilata sulla sinistra tira in porta mandando alto sulla traversa tra il disappunto dei suoi compagni che in area aspettavano il cross. Dopo 5 minuti di recupero il direttore di gara fischia la fine dell’incontro a reti inviolate. Alla fine quella che sulla carta era una trasferta difficilissima si risolve per la Polimnia in un grande rimpianto per l’occasione gettata al vento di ridurre a tre punti la distanza dal Galatina.

© Riproduzione riservata 11 Marzo 2013