aggiornato il 03/09/2010 alle 13:48 da

Carnevale, cartapestai in polemica

PUTIGNANO – Putignano inizia a reagire dallo stordimento provocato dal ritiro inatteso dal “teatrino” del carnevale di Giancarlo Di Paola. Il sindaco De Miccolis si dice pronto ad individuare altre personalità del mondo manageriale nel tempo “più celere possibile” escludendo ritorni a logiche di spartizione politica.
C’è chi però già rimpiange il presidente Di Paola, sono soprattutto i rappresentanti della cartapesta. Deni Bianco a Fax dichiara: “Tutti ne perdiamo, non molti l’hanno sostenuto forse perché non sapevano con chi avevano a che fare. Per il bene del carnevale speriamo che restino persone come Carlo Bruni che sanno lavorare bene e con competenza, che siano o no politici, di Bari o di Putignano, a noi non importa”.
Nel frattempo si solleva una nuova polemica sulle previsioni inserite nel nuovo statuto della Fondazione del Carnevale. Il maestro cartapestaio Franco Giotta contesta il numero di 10 componenti previsto per il Comitato d’Indirizzo. I carristi rappresenteranno cioè solo una voce su dieci e potrebbero essere facilmente messi in minoranza, seppur il ruolo del Comitato è solo consultivo e mai vincolante per il direttore artistico ed organizzativo. Dice Giotta: “E’ assurdo che in sede decisionale non contiamo nulla. Se va così preferiamo rinunciare al nostro rappresentante nel Comitato”.
I carristi hanno chiesto un incontro con il sindaco De Miccolis per poter fare chiarezza.

L’intervista al sindaco De Miccolis, l’opinione di Carlo Bruni e le reazioni dei cartapestai sono da domani in edicola su Fax.

© Riproduzione riservata 03 Settembre 2010

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento